Terribile caso di violenza tra pari a Gradsko: lo hanno picchiato, gli hanno strappato le mutande ei libri di scuola

A Gradsko si è verificato un nuovo terribile caso di violenza tra pari. Vale a dire, un alunno della nona elementare della scuola elementare "Dame Gruev", i compagni di classe gli hanno strappato mutande, quaderni e libri di testo. La studentessa delle elementari è stata vittima di bullismo e molestie da parte di due compagni di classe da tempo, e la vittima non è andata a scuola per tre settimane, riporta il portale web. Duma.mk.

Secondo la testimonianza del padre, i teppisti hanno abusato a lungo del figlio, gli hanno strappato due volte le mutande, lo hanno trascinato lungo il corridoio. Dopo la denuncia, la scuola ha promesso aiuto, ma per ora i colpevoli frequentano ancora la stessa scuola e la vittima resta a casa per la vergogna e la paura.

- Mio figlio maschio di 14,5 anni è stato continuamente esposto al bullismo lo scorso e quest'anno scolastico. Fino a quando, l'11 novembre di quest'anno, è tornato a casa con la biancheria strappata e graffiata, noi genitori non sapevamo che due compagni di classe, della sua classe, gli avevano precedentemente strappato la biancheria intima, colpito la testa con dei bastoni per farlo sedere con la sua schiena curva in classe per non ostacolare la visuale dell'aula, gli hanno distrutto il materiale scolastico o lo hanno lanciato dalla finestra della scuola. Per tutto il tempo mio figlio è rimasto in silenzio a causa dell'imbarazzo. L'ultimo evento con lo strappo dell'indumento inferiore ha rovesciato i fagioli. Sono andato a scuola. Ho parlato con l'insegnante di classe Blagoj Ristov e la direttrice Tatsa Dukova. Mi hanno detto che avrebbero preso subito provvedimenti e hanno accennato al provvedimento pedagogico di trasferire i due compagni di classe, che molestavano mio figlio, alla scuola regionale del paese di Vinicani. Poi, dopo due giorni, mi hanno informato che li trasferiranno solo nell'aula successiva. Questo è il motivo per cui mio figlio non andrà a scuola per la terza settimana, dice il genitore dello studente delle elementari vittima di bullismo I.T.

Leggi di più sulla tiepida reazione delle autorità scolastiche, del centro per gli affari sociali, della procura e della polizia nel racconto di "Duma.mk".

Video del giorno