Stoltenberg: La NATO non prevede di inviare truppe da combattimento in Ucraina

La Finlandia sarebbe il primo baluardo settentrionale in caso di aggressione russa - foto EPA, Tomi Haninen

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha dichiarato oggi che l'Alleanza non prevede di inviare truppe da combattimento in Ucraina.

Ha detto che gli stati membri della NATO stanno fornendo un sostegno senza precedenti all’Ucraina.

"Lo facciamo dal 2014. Tuttavia non è previsto lo schieramento di truppe da combattimento della NATO in Ucraina", ha sottolineato Stoltenberg.

Respingendo la possibilità di un'azione militare da parte della NATO, Stoltenberg ha ribadito che l'attacco russo all'Ucraina viola gravemente il diritto internazionale e che, in base a ciò, la parte ucraina ha il diritto all'autodifesa.

"La NATO ha il diritto di sostenere l'Ucraina per difendersi dall'aggressione russa", ha affermato Stoltenberg.

In vista della visita a Parigi di lunedì, dove alti funzionari di oltre 20 paesi discuteranno le opzioni per aumentare gli aiuti all'Ucraina, il primo ministro slovacco Robert Fico ha detto che alcuni paesi stanno valutando se stipulare accordi bilaterali per inviare truppe in Ucraina per aiutare Kiev per difendersi dall’invasione russa.

Fico ha sottolineato che il suo governo non prevede di proporre l'invio di truppe slovacche in Ucraina, ma non ha fornito dettagli su quali paesi potrebbero prendere in considerazione tali accordi o cosa farebbero quelle truppe in Ucraina.

Il primo ministro ceco Petr Fijala ha rifiutato di commentare prima di partire per Parigi, dicendo che i leader si sarebbero incontrati per valutare le possibili opzioni, ma ha sottolineato che la Repubblica ceca non vuole inviare le sue truppe in Ucraina. Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato lunedì che l’invio di truppe occidentali in Ucraina non dovrebbe essere escluso in futuro.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno