Dipartimento di Stato: la Russia "non è pronta" ai colloqui con l'Ucraina

Il portavoce del Dipartimento di Stato Matthew Miller afferma che la Russia "non è pronta per alcuna discussione seria in buona fede" dopo che un incontro internazionale svoltosi in Svizzera nel fine settimana non è riuscito a produrre alcun progresso "interessante".

"Le attività della Russia lo rendono particolarmente chiaro mentre continua le sue campagne di bombardamento contro le infrastrutture critiche dell'Ucraina, minaccia le navi nel Mar Nero e trasferisce con la forza decine di migliaia di bambini ucraini", ha sottolineato Miller.

Ha ricordato che giovedì il presidente Biden e il presidente Zelenski hanno firmato un accordo bilaterale sulla sicurezza.

Questo accordo giuridicamente vincolante contiene una serie di impegni reciproci che rappresentano una storica dimostrazione di sostegno alla sicurezza a lungo termine dell’Ucraina.

Si tratta di una pietra miliare fondamentale nel tentativo di stabilire una rete di nazioni ampia, potente e che si rafforza reciprocamente per salvaguardare il futuro dell'Ucraina e sostenere la sua integrazione euro-atlantica, compresa la sua interoperabilità con la NATO, ha osservato Miller.

Un portavoce del Dipartimento di Stato ha anche condannato le aziende cinesi che sostengono la Russia con attrezzature e ha affermato che saranno intraprese azioni con i partner europei per arginare il flusso.

Miller ha anche commentato la collisione tra una nave cinese e una nave da rifornimento filippina vicino alle contese Isole Spratly, affermando che "questo incidente crescente è l'ultimo di una serie di provocazioni da parte della RPC per impedire che i rifornimenti di fondamentale importanza raggiungano i membri del servizio di stanza in la Sierra Madre.

Tali azioni riflettono un continuo disprezzo per la sicurezza delle vite filippine e del diritto internazionale nel Mar Cinese Meridionale, ha aggiunto Miller.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno