Abbiamo impedito un attacco ucraino alla centrale nucleare di Zaporozhye con droni kamikaze, afferma Mosca

Centrale nucleare di Zaporozhye EPA-EFE/SERGEI SUPINSKY epa Historical Collection digitalizzata nel 2012 nell'ambito del progetto EURO-Photo

Le Forze armate della Federazione Russa hanno impedito i tentativi delle Forze armate ucraine (ASU) di attaccare con i droni la centrale nucleare di Zaporozhye, ha affermato oggi il portavoce del ministero della Difesa russo, tenente generale Igor Konashenkov.

- Sono stati impediti i tentativi delle forze armate ucraine di attaccare il territorio della centrale nucleare con otto droni kamikaze. Tutti i droni ucraini sono stati abbattuti al di fuori del territorio della centrale nucleare, ha detto Konashenkov.

Come riportato da BTA, ha sottolineato il fatto che la situazione delle radiazioni nell'area della centrale nucleare di Zaporozhye è nella norma.

Finora, non ci sono commenti da parte ucraina sulle affermazioni russe. I due paesi si accusano regolarmente a vicenda di bombardare la più grande centrale nucleare d'Europa. Situato nella regione di Zaporozhye, parzialmente occupata dai russi, nel sud-est dell'Ucraina, il quartier generale è stato sequestrato dall'esercito russo a marzo.

Nelle ultime 24 ore, le forze armate ucraine hanno abbattuto otto droni kamikaze consegnati alla Russia dall'Iran, ha detto nel frattempo un rappresentante ucraino.

Le affermazioni di entrambe le parti in conflitto non sono state verificate in modo indipendente.

Video del giorno