Spasovski di Kumanovo: Superate le crisi, le aziende energetiche sono nelle mani dei cittadini

Conferenza stampa di Oliver Spasovski / Foto: Facebook

Il detentore della lista della circoscrizione 2 della coalizione "Per la Macedonia europea", Oliver Spasovski, ha dichiarato nella conferenza stampa odierna che la crisi pandemica, economica ed energetica è stata superata nell'ultimo periodo e ha annunciato nuove misure del programma nel settore energetico .

- Abbiamo superato con successo le crisi. Le istituzioni del settore energetico hanno superato la crisi in sicurezza nonostante l'apocalisse annunciata e il blocco attivo del Parlamento da parte dell'opposizione. "L'elettricità diventerà più cara del 40%", hanno affermato i cosiddetti esperti di energia della VMRO DPMNE, cercando con manipolazioni di creare ulteriore panico tra la gente. Le stesse persone il cui governo ha reso l'elettricità ancora più cara del 100% senza una crisi energetica globale e ha cancellato la tariffa giornaliera più economica per i cittadini, ha detto Spasovski.

Ha affermato che l'SDSM non solo non ha consentito aumenti dei prezzi, ma con politiche energetiche di successo ha protetto lo standard dei cittadini e mantenuto il settore energetico. Prezzo dell'energia elettrica agevolato fino al 90 per cento per oltre 600mila famiglie, ma anche per 68.000mila piccoli consumatori in cui lavora il 98 per cento dei lavoratori del settore privato. Il titolare della lista ha sottolineato che i prezzi della bolletta elettrica per le famiglie, quelle che spendono meno, sono stati ridotti, è stata ripristinata la tariffa più conveniente, che garantisce un risparmio di 1.000 denari al mese.

- Permettetemi di ricordarvi le decisioni della Commissione di regolamentazione, con la quale il prezzo del riscaldamento è stato ridotto del 35%. Nel prossimo mandato prevediamo di introdurre pacchetti energetici per i pensionati che vivono soli, per un importo di 1.500 dinari al mese nel periodo da ottobre a marzo. Continuiamo la lotta contro la povertà energetica attraverso un sostegno ancora maggiore alle categorie vulnerabili di cittadini con nuove misure finanziarie e non finanziarie, ha affermato Spasovski.

Lui ha detto che questo "approccio visionario" ha contribuito ad aumentare l'indipendenza energetica e la fornitura di elettricità stabile e affidabile, che non ci sono restrizioni e che il bilancio dei pensionati e dei gruppi vulnerabili è stato tutelato.

- L'SDSM non ha speso soldi per monumenti grandiosi che testimonieranno il tempo di una regola. Abbiamo investito nella produzione nazionale di energia elettrica, che abbiamo aumentato del 45%. Per la prima volta dopo 12 anni è stata attivata la TEC Negotino, la stessa che si sforzavano di vendere. E tutto questo ha contribuito a ridurre drasticamente l'importazione di elettricità, ha detto Spasovski.

Per quanto riguarda il gasdotto, ha sottolineato che la SDSM ha costruito oltre 270 chilometri di rete di gasdotti e ha annunciato che la costruzione delle reti di gasdotti principali e secondarie continuerà nel prossimo periodo. Finora sono stati realizzati progetti con una capacità di circa 700 megawatt da fonti energetiche rinnovabili.

– Lascia che te lo ricordi, fino al 2016 c’erano solo 16 megawatt. La differenza è 44 volte maggiore. Ciò è importante anche dal punto di vista ambientale, ha affermato Spasovski.

Ha detto che diranno no alle nuove tecnologie fossili, ad eccezione del gas, ma anche alla costruzione di nuove piccole centrali idroelettriche - Perché gli interessi personali non possono e non devono prevalere sull'interesse dello Stato alla protezione delle risorse naturali e dei nostri parchi nazionali. Un'altra priorità, sia dal punto di vista energetico che da quello ecologico, è l'uso della rete di acqua calda, ha detto Spasovski. Lui ha aggiunto che stanno progettando di espandere la rete a Skopje e costruire un nuovo sistema a Bitola, è previsto un nuovo concetto che ridurrà i costi. L’SDSM ha affermato di avere un piano per garantire l’indipendenza energetica aumentando la produzione di energia di almeno il 70% entro il 2028 rispetto al 2019 e ha aggiunto che le società energetiche statali li metteranno nelle mani dei cittadini. Il titolare della lista ha ricordato ancora una volta l'importanza del cammino verso l'Unione europea e ha detto che non ci si arrenderà.

- Ecco perché la strada verso l'UE è l'unica opzione. Oltre all’energia, porterà benefici ambientali, sociali ed economici. Non c’è altra opzione, perché tutto il resto porta a un vicolo cieco. Pertanto non è prevista alcuna uscita dall’UE, ha sottolineato.

Spasovski ha convocato i cittadini alla manifestazione di domani a Skopje e li ha invitati a votare.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno