Il Consiglio di NB ha adottato il Rapporto sui rischi nel sistema bancario per il secondo trimestre 2022

Edificio della Banca nazionale
Banca Nazionale della Repubblica di Macedonia del Nord / Foto: MIA

 Il settore bancario anche nel secondo trimestre del 2022 affronta adeguatamente le sfide imposte dal conflitto militare tra Russia e Ucraina e dall'aumento delle attività su base trimestrale. Le misure adottate dalla Banca nazionale (NB) per stabilizzare le aspettative sfavorevoli della popolazione sorte dopo lo scoppio del conflitto militare, hanno permesso di stabilizzare i movimenti nella base di deposito, si conclude nel Rapporto sui rischi in il sistema bancario per il secondo trimestre 2022, adottato ieri nella seduta ordinaria del Consiglio di NB.

- I depositi delle famiglie hanno registrato una crescita nel secondo trimestre, con un tasso di crescita annuo del 5,2 per cento. Gli impieghi continuano a crescere in maniera solida, con la stessa dinamica del trimestre precedente, tanto che il tasso di crescita annua degli impieghi si attesta ancora intorno al 10 per cento. Per l'aumento del credito nel secondo trimestre, il settore delle imprese e il settore delle famiglie hanno un contributo pari, secondo il Rapporto.

La solvibilità del sistema bancario, ha aggiunto, è solida e registra un miglioramento rispetto al trimestre precedente, con un tasso di adeguatezza patrimoniale del 17,3 per cento.

- Gli indicatori di liquidità sono ancora su livelli soddisfacenti, anche se in moderata diminuzione rispetto al trimestre precedente. Le banche mantengono una liquidità 2,5 volte superiore al minimo regolamentare (100%). I risultati delle prove di stress indicano una soddisfacente resistenza del sistema bancario ai presunti deflussi di liquidità estremi, individuali e combinati. La qualità del portafoglio prestiti delle banche è ancora solida, con una quota di crediti deteriorati sul totale prestiti del 3,2 per cento, che è inferiore al livello pre-pandemia, informa l'NB.

I rischi per il contesto macroeconomico complessivo, afferma il NB, sono ancora pronunciati e sono per lo più legati all'ambiente esterno, e il rischio principale continua ad essere l'incertezza relativa all'andamento e alla durata del conflitto militare tra Russia e Ucraina e al suo impatto sui prezzi e l'attività economica nei quadri globali, che possono incidere anche sulle attività del settore bancario.

- La Banca nazionale, come sempre, segue con attenzione tutti gli sviluppi ed è pronta ad adottare tutte le misure necessarie di sua competenza ogniqualvolta sia necessario, ha affermato l'NBA.

Nella riunione il Consiglio ha esaminato la periodica valutazione trimestrale del rischio sistemico ciclico, sulla base della quale viene determinato il tasso dello strato protettivo anticiclico del capitale.

- Le ultime valutazioni hanno mostrato che il settore bancario è ancora sano e stabile, con una resistenza agli shock mantenuta. Tuttavia, opera ancora in un contesto incerto che aumenta progressivamente i rischi sistemici, il che impone la necessità di un'ulteriore pianificazione prudente delle posizioni patrimoniali delle banche. Date queste circostanze, il Consiglio ha preso una decisione che conferma il tasso dello 0,5 per cento dello strato protettivo anticiclico del capitale per le esposizioni delle banche della Repubblica di Macedonia del Nord, precedentemente determinato. Inoltre, con la nuova decisione del Consiglio, si prevedeva di applicare i tassi dello strato protettivo anticiclico del capitale determinati dalle autorità competenti di altri paesi per le esposizioni delle banche nazionali verso clienti di altri paesi. Ciò consente un ulteriore allineamento con la regolamentazione dell'Unione Europea e contribuisce a una migliore gestione dei rischi specifici delle singole banche, derivanti dalla loro esposizione a clienti di altri paesi. Le banche sono obbligate ad applicare queste tariffe a partire dal 1 ottobre 2023, secondo la NB.

Il Consiglio della Banca nazionale ha esaminato le informazioni mensili sugli ultimi indicatori macroeconomici, nonché altri materiali relativi alle attività della banca.

Video del giorno