La condizione dei bambini serbi sottoposti a cure in Bulgaria resta difficile

Un autobus serbo ribaltato in Bulgaria/ Foto MIA

I bambini ricoverati nel più grande ospedale bulgaro "Pirogov" dopo l'incidente con l'autobus serbo sono ancora in gravi condizioni, ha annunciato oggi il direttore Valentin Dimitrov in una conferenza stampa. Secondo quanto riportato dal corrispondente del MIA da Sofia, i feriti sono ricoverati in terapia intensiva, compresi quelli di Stara Zagora. Non c'è pericolo diretto per le loro vite, ha aggiunto il dottor Dimitrov. Un bambino dopo una lunga operazione ha passato la notte in modo relativamente tranquillo ieri. Questa mattina le squadre si stanno radunando e ci sono altre due operazioni che servono per migliorare le sue condizioni. Tutte le squadre mediche e chirurgiche di "Pirogov" sono in attesa. Ha aggiunto che i suoi colleghi hanno il pieno sostegno del Ministero della Salute della Bulgaria.

L'ambasciatore della Serbia in Bulgaria, Željko Jović, ringrazia le autorità bulgare per l'aiuto nel salvataggio dei bambini dopo l'incidente con i suoi connazionali sull'autostrada Trakia di domenica sera, in due interviste separate per BNT e bTV. Jovic ha definito molto professionali le attività delle squadre di soccorso e mediche bulgare. Ha annunciato che quasi tutti i bambini serbi sono già in Serbia. I due bambini operati sono rimasti a Sofia, ea Stara Zagora c'è una famiglia di madre e padre con le loro tre figlie. "Grazie compagni bulgari, grazie a tutte le istituzioni, al sindaco di Stara Zagora, alla gente comune. Nel primo momento abbiamo visto la reazione della gente comune che tornava dal mare, che ha reagito subito, non ha pensato con la propria testa. Grazie mille a tutti coloro che hanno partecipato", ha detto l'ambasciatore serbo a Sofia, Željko Jović. Ha commentato che anche la Serbia condurrà le proprie indagini dopo il completamento delle indagini da parte delle autorità bulgare.

Video del giorno