Il Parlamento è chiuso, Mickoski aspetta il mandato fino all'8 giugno

Afrim Gashi con VMRO-DPMNE / Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

 Afrim Gashi, in qualità di presidente del Parlamento, informerà il capo dello Stato che il parlamento è stato costituito, tra il 5 e l'8 giugno, il presidente darà a Mickoski il mandato di formare un governo e si prevede che la Macedonia avrà un nuovo governo entro 20 giugno.

Afrim Gashi della coalizione "Vredi" è stato eletto nuovo presidente dell'Assemblea macedone con 76 voti favorevoli, cosa che ha aperto la strada alla presidentessa dello Stato Gordana Siljanovska-Davkova per conferire il mandato al leader del VMRO-DPMNE , Hristijan Mickoski, per la formazione del nuovo governo. I deputati della sinistra hanno votato contro l'elezione di Gashi, mentre i deputati del Fronte europeo guidato dal DUI non erano presenti in sala. Il neoeletto presidente ha letto il giuramento prima in albanese e poi in macedone.

/ Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

L'Assemblea ha precedentemente verificato i mandati di 118 deputati, ma il Fronte europeo guidato dalla DUI non ha votato né sull'ordine del giorno della sessione né sulla verifica dei mandati dei deputati. A causa della votazione, però, i mandati di altri due deputati verranno ulteriormente verificati.
Con la firma di 75 deputati del VMRO-DPMNE, della Coalizione “Vredi” e del Movimento ZNAM, Gashi è stato proposto come Presidente dell'Assemblea. I deputati del Fronte europeo lasciano l'aula.

Foto dei parlamentari DUI: Sloboden Pechat/Dragan Mitreski

Un alto funzionario del VMRO-DPMNE informa "Sloboden Pechat" che dopo che Gashi, in qualità di presidente dell'Assemblea, avrà informato il Capo dello Stato della costituzione del Parlamento, tra il 5 e l'8 giugno, il Presidente darà a Mickoski il mandato di formare un governo e che la Macedonia avrà tempo fino al 20 giugno per avere un nuovo governo.

Secondo le informazioni, dopo la sessione costitutiva dell'Assemblea e prima della sessione per l'elezione del Governo, la maggioranza al potere proporrà un pacchetto di emendamenti alle leggi sull'organizzazione del Governo e sull'autonomia locale. La legge sul governo sarà modificata in modo che la divisione dei portafogli possa avvenire secondo la riorganizzazione dei ministeri già annunciata da Mickoski, mentre la legge sull'autonomia locale sarà modificata in modo che non vi siano elezioni locali anticipate se i sindaci diventano Parlamentari o ministri. Se la maggioranza dovesse modificare le leggi, cosa che richiede una maggioranza di due terzi, il sindaco di Gostivar Arben Taravari dell'Alleanza per gli Albanesi sarà sicuramente il nuovo ministro della Sanità, il sindaco dell'aeroporto Timcho Mutsunski della VMRO-DPMNE ministro della Difesa e il sindaco di Saraj del DUI, Blerim Bejeti, come deputato. In tal caso, i tre comuni continueranno ad essere gestiti dal sindaco ad interim. sindaci dei rispettivi partiti.

Hristian Mickoski, Arben Taravari

Parallelamente alla costituzione del Parlamento, si concludono i negoziati tra VMRO-DPMNE, "Vredi" e il Movimento ZNAM di Maxim Dimitrievski per la nuova composizione del governo. Il primo e il secondo grado di governo tra VMRO-DPMNE e "Vredi" sono stati distribuiti, e i colloqui con ZNAM sulle posizioni dei viceministri e sulla divisione degli incarichi direttivi si stanno concludendo.

Fonti dei gruppi negoziatori riferiscono che "Vredi", oltre alla presidenza del Parlamento, otterrà anche la carica di vice primo ministro e ministro dell'ambiente, che sarà gestita dal leader del Movimento democratico Izet Majiti. Il dipartimento della sanità sarà probabilmente diretto da Taravari, Besar Durmishi, presidente del Consiglio di Tetovo, sarà il ministro dell'economia e del lavoro, Fatmir Limani di Besa dirigerà il ministero delle Politiche sociali, l'ex ministro Admirim Aliti è al comando gioco per le integrazioni europee e Bujare Abazi di Alliance per il dipartimento del buon governo.

Izet Majiti "Vale" Foto: "Free Press"/ Dragan Mitreski

"Vredi" ottiene anche 7 posti di viceministro, 5 sottosegretari di Stato, nonché posti di direttore ancora in fase di negoziazione. Ufficiosamente "Vredi" otterrà il posto di viceministro che la DUI aveva nel governo di Dimitar Kovachevski.

Al VMRO-DPMNE rimangono i portafogli più difficili, vale a dire il Ministero dell'Interno, il Ministero delle Finanze, dei Trasporti e delle Comunicazioni, dell'Istruzione e della Scienza, della Cultura, il Ministero degli Affari Esteri, dell'Agricoltura, delle Autonomie Locali , per la Difesa, per l'Energia, nonché per il Sistema Politico. Secondo le informazioni di "Sloboden Pechat", i dipartimenti del sistema politico e dell'agricoltura saranno gestiti dai partner più piccoli della coalizione VMRO-DPMNE, dai partiti serbi e dal Partito socialista.

ZNAM ottiene due incarichi ministeriali, vale a dire il dipartimento di giustizia e uno senza dipartimento. Se la Legge sul Governo verrà modificata prima della formazione del Governo, la ZNAM gestirà il nuovo Ministero dell'Amministrazione.
Un alto funzionario di "Vredi" informa che dopo l'elezione di Gashi a presidente dell'Assemblea, il segretario generale sarà del VMRO-DPMNE, mentre i vicepresidenti dell'Assemblea saranno del VMRO-DPMNE e dell'SDSM. Anche se SDSM e DUI hanno 18 deputati ciascuna, i socialdemocratici saranno avvantaggiati nei confronti della vicepresidente dell'Assemblea perché alle elezioni hanno ottenuto più voti del Fronte europeo. VMRO-DPMNE non hanno ancora deciso se Nikola Micevski sarà il coordinatore del gruppo parlamentare nella nuova composizione parlamentare, mentre il coordinatore della coalizione “Vredi” sarà Halil Snopce.

Prima dell'inizio della sessione costitutiva dell'Assemblea, i leader del DUI e del DPA, Ali Ahmeti e Menduh Thaci, si sono rifiutati di dire se sarebbero favorevoli all'elezione di Gashi a Presidente dell'Assemblea. La sinistra, guidata da Dimitar Apasiev, è contraria all'elezione di un albanese a presidente dell'Assemblea. Secondo Apasiev, con l'elezione di Gashi si prevede la kosovizzazione del Paese.

Dimitar Apasiev Levitsa, Foto: "Sloboden Pechat"/Dragan Mitreski

- Alla VMRO-DPMNE verrà concesso un sostegno senza precedenti per i progetti, finché un albanese non sarà il presidente dell'Assemblea. È incostituzionale presiedere in un'altra lingua al Parlamento, e questo significa che continuerà ad essere applicata la legge illegale sul bilinguismo - ha detto Apasiev.

Il leader del VMRO-DPMNE Mickoski, invece, ha ribattuto ad Apasiev che Levica si comporta come un "gruppo di delinquenti".

– Dovremmo commentare Dimitar Apasiev? Prima delle elezioni, aveva ricevuto un'offerta vuota da parte del VMRO-DPMNE per unirsi e schierarsi dalla parte dell'unità nazionale macedone. Ha deciso di concentrarsi maggiormente sulla pianificazione del luogo in cui si divertirà quest'estate, a Hurghada o su una spiaggia greca. Poiché uno dei suoi ex membri del partito ha detto che "erano un gruppo di idioti", continua a trattarla così - ha detto Mickoski.

Il presidente della ZNAM Maksim Dimitrievski ha detto che ci si aspetta molto da questa composizione parlamentare e ha augurato loro buona fortuna.

Maxim Dimitrievski/Foto: Stampa libera

– Come potenziale partner del futuro governo, contribuiremo all’azione politica. Stiamo discutendo l'attuazione dei nostri obiettivi del programma nel futuro governo - ha detto Dimitrievski.

Prima della seduta ha rilasciato una dichiarazione anche Riyad Shakiri di "Vredi", ovvero il figlio di Hisni Shakiri, ex deputato del DUI, che ha lasciato il Parlamento nel 2001 ed è passato all'UCHK. Alla domanda se si aspetta l'appoggio della DUI per l'elezione di Gashi a presidente della Camera, ha risposto che si aspetta l'appoggio della DUI e del Fronte europeo, perché l'Alleanza per gli albanesi nell'ultima composizione parlamentare ha votato per Talat Xhaferi della DUI come presidente della Camera. dell'Assemblea, essendo stato il primo presidente albanese dell'Assemblea.
Il leader di Besa, Bilal Kasami, non ha fatto verificare ieri il suo mandato parlamentare, perché il giorno prima aveva informato per lettera l'Assemblea che si sarebbe dimesso dal suo mandato e sarebbe rimasto sindaco.

 A sinistra: Gashi sarà un oratore peggiore di Xhaferi

L'elezione di Afrim Gashi a presidente del Parlamento è stata fortemente osteggiata dai parlamentari di sinistra. Secondo loro Gashi non rispetta l'inno nazionale, la sua elezione significherà la realizzazione di una “piattaforma kosovara” con la quale la Macedonia diventerà il terzo Stato albanese. La sinistra ha accusato VMRO-DPMNE di falso patriottismo.

Borislav Krmov

Borislav Krmov di Levica ha detto che negli ultimi quattro anni Gashi non ha preso la parola nemmeno una volta, e solo una volta ha intrapreso un duello verbale in una delle commissioni parlamentari, e che Gashi non ha né esperienza per quella posizione, né ha dei deputati dietro di sé per meritarselo, perché solo due membri del suo partito Alternativo sono stati eletti al Parlamento. Secondo Krmov, Gashi come presidente del Parlamento sarà peggio di Talat Xhaferi, perché non sa nemmeno in cosa si sta cacciando.

– Di quanti parlamentari avete bisogno se 61 non vi bastano per ricoprire la carica più importante del Paese? - ha chiesto Krmov ed ha aggiunto un'altra domanda: "come si realizza in questo modo la volontà del popolo macedone se 'serve' Vredi con tale potere parlamentare?".

Egli ha sottolineato che è stato un deputato del partito di Gashi a cantare l'inno nazionale albanese al Parlamento, sostenendo che nominando Gashi come prima persona si entra in una "binazionalità" che non è prevista nemmeno dall'accordo di Ohrid, con il messaggio che Gashi non serve nemmeno per dare questa carica, ma solo per scrivere che è albanese.

I deputati della sinistra sono stati replicati dalla coalizione “Vredi” e VMRO-DPMNE. Secondo loro il patriottismo della sinistra è falso.

Mickoski: L'indirizzo della Sinistra è un reality show

Mickoski, nel suo primo discorso da deputato al Parlamento, si è scusato con i cittadini per le discussioni dei deputati di sinistra. Ha valutato il discorso come un reality show, con il quale si tenta di svalutare i parlamentari, ma anche i cittadini che hanno sostenuto massicciamente il VMRO-DPMNE alle elezioni.

annunci(1)

Hristijan Micevski / Foto: "Sloboden Pechat"/Dragan Mitreski

– Voglio solo dire alcune cose. Anni di riforme, sviluppo, stato di diritto e lotta intransigente contro la criminalità e la corruzione attendono la Macedonia. Queste persone (la sinistra) hanno avuto l’opportunità di sostenere queste politiche e non solo i macedoni, ma tutte le comunità etniche hanno votato per loro. La prima volta avete perso questa occasione rifiutandovi di aderire all'unità nazionale macedone e la seconda volta quando non avete votato per Gordana Siljanovska-Davkova come presidente - ha detto Mickoski.

Ahmeti per la prima volta sulla panchina dell'opposizione

Il leader della DUI Ali Ahmeti si è seduto per la prima volta dopo 20 anni da deputato al lato sinistro dell'aula plenaria, cioè sui posti riservati all'opposizione in Parlamento.

Il Fronte europeo guidato dalla DUI è rimasto all'opposizione anche se ha ottenuto più mandati della coalizione “Vredi”, perché il leader del VMRO-DPMNE sta conducendo i negoziati per un nuovo governo con “Vredi” e lo ZNAM di Maxim Dimitrievski.

La DUI guidata da Ahmeti era anche l'opposizione nel primo governo guidato da Nikola Gruevski dal 2006, ma poi, in segno di rivolta, i deputati non sono entrati in Parlamento, ma hanno protestato ai bivi.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno