Da mesi nessuno ferma la costruzione dell’edificio di 17 piani a Karposh, anche se il permesso di costruire è incompleto

Foto: stampa libera

Alcuni cittadini dubitano che il permesso di costruzione non verrà mai tolto al promotore e che il Comune, come dicono, non fermerà la costruzione finché non sarà troppo tardi e troppo costoso per fermarla.

Sono passati tre mesi da quando è stato annullato il parere di conservazione dell'edificio di 17 piani dietro il Policlinico di Bucarest, ma l'edificio continua a essere costruito e il Comune di Karpos non ha ancora alcuna reazione o soluzione per fermare la costruzione. Gli investitori ZSF-KOM e "Delta 2015 Construction" sono attualmente titolari di un permesso di costruzione rilasciato dal Comune nel gennaio di quest'anno sulla base del precedente parere di conservazione positivo emesso nel novembre dello scorso anno.

Ciò ha suscitato reazioni e proteste da parte dei carposhan e delle organizzazioni della società civile, che hanno affermato che questa opinione era illegale. Pertanto hanno presentato istanze al Ministero della Cultura e al Centro di Conservazione chiedendone l'annullamento, ma le istituzioni l'hanno annunciato solo dopo il rilascio del permesso di costruzione. Il parere del conservatore è stato annullato solo il 21 febbraio, in quanto non conforme al Regolamento sulla forma e il contenuto del modulo del parere del conservatore e sulla forma e il contenuto del modulo della richiesta di rilascio del parere del conservatore. il parere del conservatore.

Foto: stampa libera

Abbiamo nuovamente chiesto al Comune una risposta se alla fine si deciderà di fermare la costruzione, cioè di annullare o meno il permesso di costruire, e una spiegazione su quale base giuridica il Comune consente che la costruzione continui senza un documento che sia necessari per la costruzione in un'area protetta. E ancora una volta da lì è arrivata la stessa risposta.

Si informa che ai sensi dell'articolo 95 della legge sulla procedura amministrativa generale, Gazzetta Ufficiale 124/15, fino alla scadenza dei termini previsti per avviare un contenzioso amministrativo contro la decisione n. 02.242/3 del 20.3.2024, adottata dal Consiglio dei direttori del Centro nazionale per la conservazione delle istituzioni - Skopje, in quanto la risoluzione, cioè la conclusione definitiva dell'intera procedura, è un prerequisito per decidere sul caso stesso e rappresenta una questione giuridica indipendente per la quale un tribunale competente o qualche altro ente pubblico è competente a risolvere, il Comune di Karposh - Dipartimento di Urbanistica non può agire, cioè non intraprenderà alcuna azione amministrativa - ha informato Karposh.

Il centro di conservazione ha cancellato il parere positivo sulla torre di Karpoš, il Comune si sta mobilitando

Sul terreno dove verrà costruito il controverso edificio di 17 piani, i macchinari lavorano dalla mattina alla notte, ronzando e ronzando, e gli investitori hanno già iniziato a mettere in vendita gli appartamenti.

 L'edificio-mostro si sta costruendo giorno e notte, 20 ore al giorno, lo si demolisce, lo si inquina, lo si costruisce il più velocemente possibile per arrivare alla realizzazione per la quale, in caso di revoca del permesso di costruire, chiederemmo un ingente risarcimento danni. E come se non bastasse, hanno installato una gru all'esterno del terreno recintato, dall'altra parte della strada, in modo da trasferire i carichi dall'altra parte della strada, da un terreno all'altro, sopra le teste di persone e veicoli, perché la strada è libera al traffico anche? quando un peso ti pende sulla testa. Ispettore edile, capo del dipartimento competente, c'è o no, stanno a guardare o chiudono un occhio!? Per quanto inutile sia l'uomo comune, la merce del costruttore è consentita a costo di vite umane - commenta un residente di Karposh.

Foto: stampa libera

I cittadini che vivono nei pressi del cantiere lamentano di non avere pace fino a tarda ora a causa del rumore e dei colpi. Dicono che sono inaccessibili anche gli attraversamenti pedonali, che da un lato sono recintati, e dall'altro sono parcheggiati veicoli e camion per le necessità del cantiere. Secondo loro, tale disprezzo per la sicurezza dei cittadini non ha precedenti e nessuna istituzione nel paese impedisce tale arbitrarietà. Dubitano che il permesso di costruzione non verrà mai tolto al costruttore e che il Comune di Karposh, come dicono, non fermerà la costruzione finché non sarà troppo tardi e troppo costoso per fermarla.

È interessante notare che dopo tre mesi di lavoro, di raschiamento e di rumore nel cantiere, sul terreno non si vedono progressi seri nella costruzione. Tutto sembra uguale alle foto scattate poco dopo l'inizio della costruzione.

Il parere conservatore per l'edificio di 17 piani a Karposh verrà annullato, ma non è chiaro se verrà “cancellato” anche il permesso di costruire

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno