I vigili del fuoco di Skopje hanno ancora gli stessi problemi: salari bassi e personale insufficiente

Foto: Comune di Centar

Secondo il numero degli abitanti di Skopje, per poter funzionare senza problemi, la brigata dovrebbe avere almeno 450 vigili del fuoco, e attualmente ce ne sono 180. Un ostacolo alla nuova occupazione, come ha detto il sindaco Danela Arsovska, è che non c'erano udienza per approvare fondi e sovvenzioni dal bilancio per l'assunzione di nuovi vigili del fuoco.

I vigili del fuoco di Skopje si trovano ad affrontare personale e attrezzature insufficienti, quindi anche in tali condizioni cercano sempre di svolgere i propri compiti nel modo più professionale e altruistico. In un solo anno hanno implementato con successo 2.000 interventi.

Lo hanno sottolineato il comandante dei vigili del fuoco di Skopje, Zvonko Tomevski, e il sindaco, Danela Arsovska, in occasione della celebrazione odierna della Giornata dei vigili del fuoco macedoni.

Come ha sottolineato Tomevski, il 20 maggio 1836 venne istituito per la prima volta un servizio organizzato dei vigili del fuoco, che poi crebbe e si sviluppò nel corso degli anni e dei decenni.

Nel periodo che va dalla celebrazione dello scorso 20 maggio ad oggi, i Vigili del Fuoco hanno registrato più di 2.000 interventi che sono stati realizzati con successo, grazie al sacrificio dei dipendenti. Voglio ringraziare i miei colleghi che, anche se lavorano in condizioni di personale e attrezzature insufficienti, registrano successi nei loro compiti lavorativi - ha detto Tomevski.

Foto: Città di Skopje

Arsovska ha sottolineato anche le condizioni in cui lavorano i vigili del fuoco, la quale, oltre al numero insufficiente di dipendenti e attrezzature, ha evidenziato come problema anche i bassi salari dei dipendenti, per cui, come ha sottolineato, chiederà al nuovo governo di modificare le regole condizioni in base alle quali vengono pagati i loro redditi personali.

I nostri vigili del fuoco devono cambiare le condizioni in cui vengono pagati. Sono limitati e i fondi che ricevono come compenso per il loro lavoro sono molto bassi. Ciò è stabilito dalla legge e purtroppo noi, come autogoverno locale, non possiamo andare oltre quanto stabilito dal quadro giuridico, anche attraverso un contratto collettivo. Per questo l'appello è che con un nuovo regolamento vengano rimosse le limitate condizioni che ne limitano i punti - ha detto il sindaco.

Secondo lei, l'amministrazione comunale ha lavorato per due anni per garantire ai vigili del fuoco le condizioni che meritano, ma a causa delle procedure burocratiche da anni non riescono ad ottenere nuove uniformi.

Da quindici anni i vigili del fuoco di Skopje non hanno nuove uniformi, e per questo è necessaria solo una cosa: cancellare le regole che esistono in questo momento e l'unico criterio dovrebbero essere gli standard internazionali - ha detto Arsovska.

Per questo ha lanciato ancora una volta un appello al governo centrale affinché tra le prime norme che verranno cancellate o modificate ci sia quella relativa ai vigili del fuoco.

Tuttavia, secondo Arsovska, la cosa più importante è dotare la brigata di personale. Secondo il numero degli abitanti di Skopje, per poter funzionare senza intoppi, la brigata dovrebbe avere almeno 450 vigili del fuoco, mentre attualmente ce ne sono 180. Un ostacolo alla nuova occupazione, come ha detto, è che non è stato ascoltato approvare fondi e sussidi dal bilancio per l'assunzione di nuovi vigili del fuoco e questo, secondo il sindaco, è una delle cose che dovrebbero essere cambiate per prime.

Durante la cerimonia, Arsovska ha consegnato targhe per il contributo speciale alla realizzazione delle attività ai vigili del fuoco Marjancho Sokolovski, Pepi Trajchevski e Zlatko Zdravkovski, nonché un certificato di apprezzamento al comandante Tomevski.

Foto: Città di Skopje

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno