Siljanovska: I compromessi con il diritto e i principi internazionali possono compromettere la pace europea e mondiale

Foto: Ufficio del presidente di RSM

Intervenendo alla sessione plenaria del Vertice per la pace in Ucraina, che si terrà questo fine settimana a Burgenstock sul Lago dei Quattro Cantoni in Svizzera, la Presidente della Repubblica Gordana Siljanovska-Davkova ha sottolineato che la guerra in corso in Ucraina ci riguarda tutti.

Come ha annunciato il gabinetto di Siljanovska-Davkova, ha valutato che l'Ucraina è esposta a enormi sofferenze e distruzioni umane, che l'architettura di sicurezza europea è minacciata e che, a livello globale, la vita di milioni di persone è colpita da gravi conseguenze economiche.

- Condanniamo con la massima fermezza la guerra di aggressione non provocata e ingiustificata della Russia e sosteniamo l'Ucraina nel migliore dei modi, anche più di quanto consentano le nostre limitate capacità e risorse, ha sottolineato la Presidente Siljanovska-Davkova.

Il nostro Paese, ha sottolineato il presidente, ha aderito alla Piattaforma della Crimea e ha rispettato pienamente la politica estera e di sicurezza comune dell'UE, "e l'Ucraina è stata la principale priorità durante la presidenza macedone dell'OSCE nel 2023".

Sul fronte umanitario, come ha affermato, "ci siamo uniti alla coalizione internazionale per il ritorno dei bambini ucraini e abbiamo fornito sostegno civile e aiuti di emergenza all'Ucraina e ai rifugiati ucraini. A sostegno delle aspirazioni euro-atlantiche dell’Ucraina, abbiamo inviato attrezzature militari attraverso il pacchetto globale di assistenza della NATO”.

-In quanto nazione sovrana, solo l’Ucraina può decidere del suo futuro. Dipende dall’Ucraina quando e come coinvolgere la Russia per una possibile soluzione concordata. Una pace giusta deve essere radicata nei principi di sovranità e integrità territoriale sanciti dalla Carta delle Nazioni Unite. Il tentativo della Russia di acquisire territorio con la forza è una flagrante violazione di questi principi fondamentali. Quando i precedenti pericolosi rimangono incontrastati, possono trasformarsi in pratiche tollerate. I compromessi con il diritto e i principi internazionali possono compromettere la pace e la sicurezza europea e persino mondiale. L'unico modo per evitarlo è rispettare la Carta delle Nazioni Unite e i principi del diritto internazionale, senza eccezioni, ha sottolineato la presidentessa Siljanovska-Davkova, sottolineando che l'astensione dall'uso della forza, il rispetto della sovranità, dell'integrità territoriale e dell'inviolabilità delle frontiere, e la tutela dei diritti umani e delle libertà fondamentali sono principi fermi che non possono essere negoziati.

La presidente Siljanovska-Davkova nel suo discorso di oggi, secondo il suo gabinetto, ha indicato che "mentre si sviluppa il quadro per un futuro accordo di pace, continueremo a sostenere un'Ucraina libera, indipendente, democratica e sovrana".

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 100 DENARI

Video del giorno