Gli spagnoli stanno soffrendo: per la maggior parte di loro l'olio d'oliva sta diventando un lusso

Il ministro spagnolo dell'Agricoltura Luis Planas ha detto oggi di essere preoccupato che l'olio d'oliva possa diventare un prodotto di lusso in Spagna.

"Questi prodotti sono importanti. Ma per un prodotto come l'olio d'oliva, è importante che rimanga accessibile anche alla classe media", ha affermato Planas in colloquio per la televisione spagnola "Onda Cerro".

La grande siccità e il caldo record hanno particolarmente colpito la produzione di olive dell'anno in Spagna. Allo stesso tempo, l'aumento dei prezzi dell'energia ha contribuito alla crescita dei costi di produzione.

Il ministro Planas ha affermato che la Spagna è sulla buona strada per produrre meno di 800.000 tonnellate di olio d'oliva quest'anno, significativamente meno rispetto al 2021, quando sono state prodotte 1,4 milioni di tonnellate.

Il ministro dell'Agricoltura, pur affermando di non prevedere una carenza di olio d'oliva, ha invitato le aziende spagnole che riforniscono il mercato locale a ridurre i prezzi di questo prodotto.

"L'aumento dei prezzi è particolarmente influenzato dai costi di produzione, ma include anche alcune decisioni economiche", ha aggiunto Planas.

Secondo il rapporto sull'inflazione di ottobre, il cibo in Spagna è diventato più costoso del 15,4% rispetto allo scorso anno, che è il più grande balzo annuale dal 1994.

Video del giorno