Scholz afferma che i paesi europei e i membri della NATO non invieranno truppe in Ucraina

EQUILIBRIO EPA-EFE / CLEMENS

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha dichiarato oggi che i paesi europei e i membri della NATO non invieranno truppe in Ucraina.

"Si è discusso che ciò che è stato concordato fin dall'inizio tra gli alleati dovrebbe valere anche per il futuro, cioè che sul territorio dell'Ucraina non ci saranno soldati dei paesi europei o dei membri della NATO", ha detto Scholz dopo il vertice dei leader europei. che si è tenuto a Parigi.

Lui ha sottolineato che i paesi europei sono pronti ad acquistare armi da paesi terzi, fuori dall'Europa, per accelerare la consegna degli aiuti militari all'Ucraina.

Anche il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius ha rifiutato l’invio di truppe di terra in Ucraina.

"Questa non è un'opzione per la Repubblica federale di Germania", ha detto Pistorius in una conferenza stampa.

Il portavoce del primo ministro britannico Rishi Sunak ha detto oggi che la Gran Bretagna non prevede di schierare truppe da combattimento in Ucraina.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato lunedì, dopo un vertice dei leader europei a Parigi, che sebbene non vi sia consenso sull’invio di truppe dai paesi europei in Ucraina, “non si può escludere nulla”.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno