Presto ripartirà il sesto blocco della slovena Tesh

Foto: MIA

Il sesto blocco della centrale termoelettrica di Shoštanj sarà riavviato all'inizio di dicembre, annunciato a Teš.

È stato temporaneamente disconnesso dalla rete il 14 ottobre per risparmiare carbone per i mesi invernali, quando il fabbisogno energetico sarà più elevato e si prevede che le importazioni di elettricità saranno più costose di adesso. Il carbone deve essere risparmiato a causa dei ripetuti problemi geomeccanici della miniera di carbone di Velenje e delle conseguenze delle prime misure di abbandono dell'uso del carbone.

A causa della crisi energetica, è stata presa la decisione di importare carbone fino a quando la miniera di Premogovnik Velenje non riuscirà ad aumentare l'estrazione a un livello soddisfacente. Nel frattempo, sulla base di un'analisi dell'accettabilità ambientale e tecnologica del carbone per il fabbisogno di Tesh, il minatore di carbone Velenje ha concluso due contratti per l'importazione di carbone indonesiano con la società commerciale svizzera Petraco Oil Company di Lugano.

Il valore stimato del primo contratto, tasse escluse, è di 42,5 milioni di dollari (40,96 milioni di euro), mentre il valore del secondo contratto è di 7,9 milioni di dollari (7,61 milioni di euro). Le informazioni su quanto carbone otterranno per il prezzo indicato non vengono comunicate nella miniera di carbone, analizza N1 Slovenia. La chiusura del sesto blocco è avvenuta durante la revisione della centrale nucleare di Krško. Nel frattempo, questo è stato riallacciato alla rete elettrica dall'inizio di questo mese ed è in funzione.

Video del giorno