La Corea del Nord riporta 21 nuovi decessi per coyote-19 a settimana dopo aver ammesso che c'era un'epidemia nel paese

Kim Jong Un, foto: EPA-EFE / KCNA

Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha dichiarato che la diffusione del Covid-19 ha portato il paese in "grande tumultoE ha chiesto una battaglia globale per superare l'epidemia, dopo 21 nuovi decessi il giorno prima.

La Corea del Nord questa settimana ha riconosciuto la sua prima epidemia di "Covid senza precedentiDopo aver affermato per più di due anni di non avere alcuna infezione.

Date le limitate opportunità di test in Corea del Nord, gli esperti ritengono che i dati pubblicati siano probabilmente una piccola frazione delle infezioni totali, che potrebbero portare a migliaia di morti in uno dei due paesi senza una campagna di vaccinazione contro il Covid.

Il Partito dei Lavoratori al governo del paese si è riunito urgentemente e ha ascoltato segnalazioni di cure per ca 280.810 persone con sintomi e un totale di 27 morti casi dopo che una febbre di origine non identificata è stata segnalata a fine aprile, ha riferito l'agenzia di stampa KCNA.

Il leader Kim ha anche detto all'incontro che la diffusione dell'epidemia è stato un grave disastro per il Paese, ma che potrebbero superare la crisi "se non perderanno la concentrazione sulle politiche antiepidemiche e manterranno un forte potere organizzativo e un controllo basato sull'unità di la festa e il popolo».

Video del giorno