Si forma una maggioranza contro il governo tecnico?

 È possibile che il governo tecnico non venga eletto se 44 deputati del VMRO-DPMNE e della coalizione voteranno "contro" o "si asterranno", più Pavle Trajanov dell'Unione Democratica, che si è dichiarato contrario, più otto deputati dell'Alleanza per gli Albanesi, sei deputati dell'Unione Europea per il Cambiamento e due della Sinistra.

Possibile che a 100 giorni dalle elezioni il Parlamento non abbia la maggioranza per votare il governo tecnico? Il dilemma è sorto dopo che il leader del VMRO-DPMNE Hristijan Mickoski ha annunciato che i deputati dell'opposizione potrebbero non sostenere il governo di Przhinsk, e un alto funzionario dell'Alleanza per gli albanesi al potere ha informato "Sloboden Pechat" che anche loro giocheranno questa carta se i partner del governo non sostengono Lui. il loro candidato per la Commissione elettorale statale. In tal caso, l’opzione che il governo non abbia 61 voti per un governo tecnico potrebbe essere reale.

Quanto l'annuncio di Mickoski, e soprattutto quello dell'Alleanza al governo, sia reale, o solo una forma di pressione per ottenere una migliore posizione preelettorale, lo si saprà dopo l'elezione di un membro della Commissione elettorale statale, o il 28 gennaio. quando dovrà essere eletto il governo Przyna.

Dopo che il governo ha respinto la proposta della VMRO-DPMNE di abolire il governo tecnico, dopo che Mickoski non ha sollevato la questione durante la riunione dei dirigenti, in un'intervista a Shenja TV ha lasciato intendere che è possibile che non sosterranno il governo Przyna. Il leader dell'opposizione dice che per ora si tratta di una sua posizione personale e che le autorità del partito ne discuteranno ancora. Secondo Mickoski il governo tecnico è contrario alla Costituzione e alle leggi. Lui nega anche le affermazioni di voler abolire il governo tecnico, perché è contro il primo ministro albanese.

- Sono stato il primo a suggerire che Afrim Gashi fosse primo ministro, Gashi è albanese. Non siamo contro un primo ministro albanese. E non lo saremo mai, ma non possiamo accettare qualcosa che è contro la legge e la Costituzione, e la legge dice che il primo ministro viene dal partito che ha più deputati in parlamento. Attualmente la situazione è tale che né la DUI, né l’Alleanza per gli Albanesi, né la DPA, né l’SDSM hanno il maggior numero di deputati in parlamento. VMRO-DPMNE ha il maggior numero di deputati ed è per questo che siamo moderati su questo tema - dice Mickoski.

Aggiunge che il partito discuterà ancora se partecipare al governo tecnico.

- Abbiamo chiesto di eliminare il governo tecnico. Non possiamo partecipare a qualcosa che è poco catalizzato e non conforme alle leggi e alla Costituzione. Possiamo partecipare al governo, ma ci permetterete di moderarci rispetto al voto del governo, non di appoggiarlo, questa è la mia posizione personale - dice il leader del VMRO-DPMNE.

Secondo lui, anche senza un governo "Przhin", SDSM e DUI possono realizzare l'accordo per un primo ministro albanese negli ultimi 100 giorni del mandato, ma attraverso un governo politico. Ciò significherebbe che Kovacevski si dimette dalla carica di primo ministro, che il capo dello Stato Stevo Pendarovski affida il mandato al candidato candidato e che negli ultimi 100 giorni ci sarà un governo politico senza la partecipazione dell'opposizione.

È sorprendente che un alto funzionario dell’Alleanza per gli Albanesi abbia informato la “Stampa Libera” che se non ci sarà un accordo con SDSM e DUI secondo cui l’Alleanza manterrà il posto vacante nella SEC, in tal caso non avranno alcun obbligo essere onesti nei confronti dei partner governativi e che tutto sia in gioco. Secondo il funzionario che ci ha informato, se è importante che l'SDSM si presenti alle elezioni come fronte europeo di queste tre entità politiche, il più grande partito al governo non potrà sperare in una coalizione con l'Alleanza se voterà per il partito di Besa. candidato alla SEC.

Oltre a cancellare il sostegno al governo tecnico, Alleanza ha già annunciato che è in gioco anche la possibilità di lasciare l’attuale governo e presentarsi in modo indipendente alle elezioni. Come abbiamo già annunciato, il leader dell'Alleanza, Arben Taravari, metterà sul tavolo le possibili soluzioni affinché la SEC vada alle elezioni senza una SEC completata, cioè con un seggio vuoto, per ampliare la composizione del SEC da sette a nove membri. In base a ciò, a parte l'attuale composizione - tre membri dell'SDSM, uno della DUI, due di VMRO-DPMNE e Alliance per mantenere il posto nella SEC, Besa e Levica per nominare i membri, e la possibilità per la SEC di restare con sette sono in gioco anche i membri e i partner governativi per sostenere il candidato dell'Alleanza.

Se il governo otterrà la maggioranza per votare per il governo tecnico dipenderà anche dalla posizione del blocco dell’opposizione albanese. L'Unione Europea per il Cambiamento, che conta sei deputati, ritiene che il governo tecnico dovrebbe rimanere per le prossime elezioni, ma la loro condizione è che siano rappresentati dai propri ministri. Izet Majiti, dopo aver lasciato la guida con Bilal Kasami e Afrim Gashi proprio a causa di un litigio con il presidente dell'Assemblea Talat Xhaferi riguardo al seggio vacante nella SEC, ha affermato che dovrebbe esserci un governo tecnico e che i ministri dovrebbero appartenere al partito albanese opposizione, al fine, come detto, di rimuovere parte del regime.

Secondo la distribuzione delle forze in Parlamento, è possibile che il governo tecnico non venga eletto se 44 deputati del VMRO-DPMNE e della coalizione voteranno “contro” o “si asterranno”, più Pavle Trajanov dell’Unione Democratica, che si è dichiarato contrario, oltre a otto deputati dell'Alleanza per gli Albanesi, sei deputati dell'Unione Europea per il Cambiamento e due della Sinistra.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno