Il popolo di Sarajevo ha accolto con applausi il voto sulla risoluzione per Srebrenica

I residenti di Sarajevo si sono riuniti per assistere alla sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, dove è stata adottata la risoluzione sul genocidio di Srebrenica.

Le associazioni delle vittime della guerra insieme agli ambasciatori di diversi paesi si sono unite per congratularsi con le Nazioni Unite per l'adozione di questa risoluzione.

"Finalmente è giunto il momento che le persone vittime ottengano giustizia." "Nessuno può denigrare o negare quello che è successo a Srebrenica", hanno detto gli abitanti di Sarajevo.

Le Nazioni Unite hanno approvato una risoluzione che istituisce una giornata annuale per commemorare il genocidio di oltre 8.000 musulmani bosniaci da parte dei serbi bosniaci nel 1995, una mossa ferocemente avversata dai serbi che temono che li etichetterà tutti come sostenitori del "genocidio" delle uccisioni di massa.

Il voto dell'Assemblea Generale, composta da 193 membri, è stato 84-19, con 68 nazioni astenute, riflettendo le preoccupazioni di molti paesi sull'impatto del voto sugli sforzi di riconciliazione nella Bosnia profondamente divisa.

La risoluzione designa l'11 luglio come la "Giornata internazionale del ricordo e della commemorazione del genocidio di Srebrenica del 1995", da osservare ogni anno a partire da quest'anno.

La risoluzione, sponsorizzata da Germania e Ruanda, non ha indicato la Serbia come colpevole, ma ciò non ha fermato un'intensa campagna di lobbying per un voto "no" da parte del presidente serbo-bosniaco Milorad Dodik e del presidente della vicina Serbia, Aleksandar Vucic.

Gli omicidi di Srebrenica furono il sanguinoso culmine della guerra in Bosnia del 1992-1995, che seguì la disgregazione dell’ex Jugoslavia.

Sia la Serbia che i serbi bosniaci hanno negato che a Srebrenica sia avvenuto un genocidio, anche se ciò è stato accertato da due tribunali delle Nazioni Unite.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno