Gli Stati Uniti sostengono il diritto del popolo cinese di protestare, ha affermato la Casa Bianca

Foto: EPA/EFE / MARK R. CRISTINO

Gli Stati Uniti hanno espresso il loro sostegno alle persone in Cina che stanno protestando contro i "blocchi" che il loro governo sta imponendo, seguendo rigorosamente una politica di "tolleranza zero" per i focolai di covid-19 in tutto il Paese.

"Alle persone dovrebbe essere concesso... il diritto di riunirsi e protestare pacificamente contro politiche, leggi o dettami... con cui non sono d'accordo", ha detto il portavoce per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby.

- La Casa Bianca sostiene il diritto alla protesta pacifica, ha detto il portavoce.

Ha aggiunto che gli Stati Uniti non hanno ricevuto alcuna richiesta di vaccini dalla Cina dopo che gli esperti hanno suggerito che il presidente cinese Xi Jinping potrebbe aver bisogno di importare vaccini occidentali se decide di allentare la politica del suo paese contro il coronavirus.

In precedenza, la Germania ha detto alla Cina di iniziare a utilizzare i vaccini a mRNA dall'Occidente per uscire dalla pandemia, scrive Politico. Negli ultimi giorni in Cina si sono verificati grandi disordini civili e proteste contro la politica del Paese in merito alla soppressione del coronavirus.

A Shanghai, i manifestanti hanno invitato il presidente cinese Xi Jinping a dimettersi. Secondo i media locali, le proteste si sono calmate vista la massiccia presenza della polizia nelle strade

Video del giorno