DJ russo condannato per aver riprodotto un video musicale di un rapper ucraino che conteneva filmati del famigerato reggimento Azov

DJ illustrazione/ foto Aleksandr Lupin / Alamy / Alamy / Profimedia

Il tribunale di Crimea ha condannato un dj locale a 10 giorni di carcere per aver riprodotto un video musicale di una canzone del rapper ucraino Yarmak durante una festa, riferisce “RFE/RL".

Il 15 agosto il tribunale distrettuale della Crimea ha annunciato che un cittadino russo nella città di Scutari è stato condannato a 10 giorni di carcere per aver riprodotto un video musicale della canzone "Wild Field" in un bar locale.

Si dice che il video contenga "simboli nazisti del reggimento Azov che sono vietati in Russia".

Il DJ al bar ha detto alla polizia che un ospite gli aveva chiesto di riprodurre il video.

Creato nel 2014 come Battaglione Azov dopo che la Russia ha annesso illegalmente la Crimea, il reggimento Azov è un gruppo di estrema destra, composto solo da volontari, che fa parte della Guardia nazionale ucraina.

Il reggimento Azov sposa un'ideologia ultranazionalista che la polizia statunitense ha collegato all'estremismo neonazista. Ma i sostenitori lo vedono come un segmento patriottico ed efficace delle forze di difesa del paese, soprattutto da quando l'invasione totale delle forze russe è iniziata a febbraio.

azov kharkiv kharkov ucraina soldato ucraino
Azov / Foto EPA-EFE / ANDRZEJ LANGE POLONIA OUT

La Russia affermò falsamente che l'Ucraina era controllata dai nazisti e usò tale affermazione tra le sue giustificazioni per la sua invasione non provocata.

Il reggimento Azov ha combattuto le truppe russe nella città meridionale di Mariupol per mesi prima che circa 2.500 combattenti si arresero a metà maggio.

Il 2 agosto, la Corte Suprema della Russia ha dichiarato il reggimento Azov un'organizzazione "terrorista".

Video del giorno