Lo stabilimento russo per la produzione di veicoli corazzati da fanteria rischia di essere sommerso

Crescono le preoccupazioni per le continue inondazioni nelle regioni di confine tra Russia e Kazakistan, a seguito del cedimento della diga dei vicini bacini artificiali sul fiume Ural.

Kurgan, una città in Russia, rischia di dover affrontare una parte significativa della potenziale inondazione a causa della sua vicinanza al fiume Tobol.

Con il picco dell’alluvione ancora alle porte, il Paese ha implementato una serie di protocolli di evacuazione preventiva nelle aree che si prevede si trovino sulla linea diretta dell’alluvione, con la possibilità di un’ampia diffusione dell’acqua se i livelli continuano a salire.

Queste valutazioni si basano sulle statistiche ufficiali fornite dall'amministrazione comunale.

Secondo fonti ucraine, l'impianto che occupa una posizione significativa in questo contesto è "Kurganmashzavod".

Questo stabilimento è orgoglioso di essere l'unico produttore di nuovi veicoli da combattimento per la fanteria e le forze di sbarco in Russia.

La linea di produzione qui comprende tutte le unità BMP-3 e BMD-4, oltre alla modernizzazione delle unità BMP-2 dotate di moduli di combattimento Berezhok.

Qui vengono prodotti anche altri veicoli corazzati come "Rakushka", "BTR-MD" e "Octopus".

Le autorità locali di Kurgan suggeriscono che solo una svolta naturale favorevole degli eventi potrebbe evitare che la città venga colpita da un disastro.

Il picco dell'alluvione è previsto per il 14 aprile.

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno