Il co-fondatore dei Pink Floyd Roger Waters ha definito Biden un "criminale di guerra"

Il musicista britannico Roger Waters, uno dei fondatori della leggendaria band Pink Floyd.

Il presidente americano Joe Biden continua ad aggiungere benzina al fuoco nel conflitto ucraino, ha detto in intervista per la televisioneCNN" Il musicista britannico Roger Waters, uno dei fondatori della leggendaria band "Pink Floyd".

"Questo è un reato grave. Perché gli Stati Uniti non incoraggiano il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ad avviare negoziati con Mosca per porre fine a questo terribile conflitto?”, ha chiesto Waters durante la conversazione.

Inoltre, secondo il musicista britannico, è stata l'Alleanza del Nord Atlantico il principale colpevole della crisi ucraina.

"Ogni guerra parte da qualcosa. Ciò è iniziato nel 2008 (quando l'adesione di Ucraina e Georgia è stata menzionata per la prima volta al vertice della NATO a Bucarest - z.r.). L'operazione russa è stata una risposta all'avvicinamento del blocco ai confini della Russia. Anche se l'Alleanza ha promesso di non farlo. "È per questo che (l'ultimo leader sovietico Mikhail) Gorbaciov ha ritirato le truppe sovietiche dalle soglie dell'Europa occidentale", ha detto Waters.

Ha consigliato all'ospite di "leggere di più" e ha suggerito di immaginare come avrebbe reagito Washington se la Cina avesse schierato missili nucleari in Messico e Canada. L'ospite ha notato che la Cina è attualmente impegnata a circondare Taiwan, a cui Waters ha notato che Taiwan "fa parte della Cina". Inoltre, il musicista ha respinto l'affermazione dell'interlocutore Michael Smerconish secondo cui gli Stati Uniti "svolgono il ruolo di liberatori".

Waters è attualmente in tournée con il titolo This Is Not a Military Drill. Nelle sue apparizioni pubbliche e sui media, tocca apertamente argomenti politici attuali delicati, mostrando spesso foto di persone che chiama "criminali di guerra", spesso includendo foto di Biden.

La conversazione include anche argomenti sulla violenza della polizia contro gli afroamericani, sulle armi semiautomatiche, sull'aborto, e tutto questo viene mostrato su un enorme schermo a forma di croce.

 

Video del giorno