Quasi quattro greci su dieci giudicano sfavorevole l'accordo di Prespa

Parlamento greco/Archivio fotografico

Quattro greci su dieci (43%) hanno un'opinione neutrale della Macedonia del Nord, 37,5 hanno un'opinione negativa e solo il 18% ha un'opinione positiva; l’opinione sul sostegno alla prospettiva europea del paese è quasi divisa, e l’accordo di Prespa è dannoso per il 38,5% degli intervistati, secondo i risultati del sondaggio d’opinione della Fondazione greca per la politica estera ELIAMEP, in collaborazione con l'Università di Salonicco della Macedonia e la Fondazione Konrad Adenauer, ha riferito il corrispondente del MIA da Atene.

L'indagine, realizzata nella seconda metà di aprile, riguarda l'opinione pubblica greca sui rapporti tra Grecia e Albania, ma comprende anche domande che si riferiscono ad altri paesi della regione, compreso il nostro, e i risultati sono analizzati dal MIA.

Alla domanda "Che opinione avete di..." agli intervistati è stata offerta la possibilità di rispondere a Turchia, Bulgaria, Macedonia del Nord, Albania, Serbia e Israele se hanno un'opinione positiva, negativa o neutrale.

L'opinione positiva è più alta per la Serbia, 60%, mentre l'atteggiamento negativo è più alto per la Turchia, 65%.

Per il nostro Paese, così come per l’Albania, prevale il parere neutrale.

Se si fa un confronto con il sondaggio precedente di cinque anni fa sullo stesso tema e specificamente per la Macedonia del Nord, i risultati allora erano leggermente peggiori, considerando che il 40,5% aveva un parere negativo (ora è il 37,5%), l’atteggiamento neutrale era quello lo stesso vale per il 40,5% (ora 43%) e il giudizio positivo è aumentato dell’17%, passando dal 2019% del 18 al XNUMX% attuale.

Dal punto di vista europeo della regione, il sostegno maggiore è per la Serbia, minore per la Turchia.

Alla domanda "Sosterresti personalmente la candidatura dei seguenti paesi a diventare membri dell'Unione europea...", per la Macedonia del Nord il 52,5% ha risposto "no", il 45% ha risposto positivamente e il restante 2,5% ha rifiutato rispondere .

Per quanto riguarda l'Accordo di Prespa, secondo l'analisi dei risultati dell'ELIAMEP, "l'indagine mostra un netto peggioramento degli atteggiamenti, con la percentuale di atteggiamenti positivi e abbastanza positivi che scende al 28,5% nel 2024, dal 35,5% nel 2019" e si nota che " la ricerca è stata condotta prima delle elezioni in Macedonia del Nord e delle dichiarazioni del neoeletto presidente e del futuro primo ministro del Paese".

Più specificamente, alla domanda "Quanto è stato utile l'accordo di Prespa per la Grecia?", il 38,5% ha risposto negativamente, cioè il 22% ha detto "molto dannoso" e il 16,5% "abbastanza dannoso" e "né utile né dannoso" come risposta. è stato scelto da tre intervistati su dieci, mentre il tre per cento ha rifiutato di rispondere.

Il restante 28,5% ritiene l'accordo "abbastanza utile" (19%) e "molto utile" (9,5%).

La ricerca della Fondazione per la Politica Europea ed Estera ELIAMEP - Programma Europa Sud-Est, in collaborazione con la Fondazione Konrad-Adenauer - Ufficio per la Grecia e Cipro e l'Unità di Opinione Pubblica e Ricerche di Mercato dell'Istituto di Ricerca dell'Università della Macedonia a Salonicco , è stato condotto dal 15 al 21 aprile 2024 con 1.165 persone selezionate in modo casuale.

I coordinatori scientifici della ricerca sono stati Ioannis Armakolas, professore associato presso l'Università della Macedonia e ricercatore senior associato e capo del Programma Sud-Est Europa di ELIAMEP, e Giorgos Siakas, assistente professore presso l'Università Democrito della Tracia e direttore della ricerca del Public Opinion and Unità di ricerche di mercato dell'Università della Macedonia.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno