La reazione di AVMU al comportamento scorretto nei confronti di un giornalista da parte del direttore della centrale termica di Skopje-Nord

AVMU. / Foto: Archivio stampa gratuito

L'Agenzia per i servizi di media audio e audiovisivi condanna fermamente l'atteggiamento improprio del direttore dell'impianto di riscaldamento di Skopje-Nord, Kushtrim Ramadani, nei confronti della giornalista Katerina Dodevska sul portale "MKD.mk".

-L'uso di insulti volgari non deve in nessun caso essere un mezzo di comunicazione per i titolari di cariche pubbliche, perché accettando l'incarico, il loro lavoro è soggetto a scrutinio pubblico e potenzialmente a forti critiche pubbliche attraverso i media. Allo stesso tempo, devono essere consapevoli che sono responsabili di ogni parola che dicono e che devono astenersi da qualsiasi tipo di comunicazione impropria e inappropriata, informa l'Agenzia.

Da lì, sottolineano che ostacolare il lavoro dei giornalisti è una minaccia alla libertà e al diritto all'informazione.

- È necessario consentire ai lavoratori dei media di svolgere i propri compiti in modo professionale, innanzitutto tenendo conto del loro ruolo nell'apertura di questioni di interesse pubblico e garantendo trasparenza e responsabilità degli organi politici e pubblici, sottolinea AVMU.

La reazione dell'AVMU arriva dopo che il direttore dell'impianto di riscaldamento di Skopje-Nord, Kushtrim Ramadani, ha insultato la giornalista Katerina Dodevska, che gli ha gentilmente e correttamente chiesto risposte a diverse domande riguardanti la fornitura di energia termica ai residenti in questa parte di Skopje.

Video del giorno