Rama dice: Accetta la proposta, perché non ce ne saranno altre

Edi Rama / Foto EPA-EFE / VALDRIN XHEMAJ

Secondo il premier albanese Edi Rama, Skopje dovrebbe accettare la proposta di sbloccare l'integrazione europea, sfruttare l'opportunità e non permetterle di rimanere alla porta dell'Ue per altri 17 anni.

- Te lo dico io, accettalo, perché non ci sarà altra proposta. È la finale. Non è necessario rimanere alla porta dell'UE per altri 17 anni. La porta dovrebbe essere aperta e quindi sarà possibile dibattere su tutte le questioni attraverso il dialogo tra la Macedonia del Nord e la Bulgaria. Apri questa porta, aprila ora, ha detto Rama in un'intervista a Canale 5.

Secondo lui, ora è il momento di fare una scelta, e la sua impressione, come ha affermato, è che sarà un grave errore non accettare la proposta, perché il Paese sarà abbandonato e nessuno avrà la volontà di tornare ad esso, e quindi la proposta non deve essere respinta.

- Guarda, ho seguito tutto il duro lavoro svolto, soprattutto a Madrid per soddisfare le preoccupazioni della parte macedone e posso dirti che il presidente Macron ha messo tutto il suo peso in 48 ore, giorno e notte e grazie alla mia buona connessione con lui, ma anche grazie a Bujar Osmani, che è stato incredibile nella sua pazienza, resistenza e caparbietà. La nuova proposta è definitiva, devi capire che è definitiva, e credo fermamente che sia il momento giusto ed è assolutamente giusto accettare e aprire questa porta, ha detto Rama.

Alla domanda se avrebbe accettato la proposta francese se fosse stato al posto delle autorità macedoni e del popolo macedone, che ancora ricordano il ruolo negativo dell'esercito bulgaro nella seconda guerra mondiale e tutte le smentite dell'identità macedone, Rama ha detto che era molto esplicito contro il comportamento bulgaro e lo considera vergognoso.

- Ma allo stesso tempo, è un dato di fatto che la Bulgaria è un membro dell'UE e l'Unione ha un modo di affrontare le cose che è stato trasformato nel senso di rapire gli stati nell'interesse dell'uno o dell'altro stato membro , e in un certo senso è stato anche messo in discussione e lo spirito di espansione. Ma questa è la realtà, ha detto il premier albanese.

Rama dice di restare al 100 per cento sulle critiche espresse all'Ue, ma fa notare che in questo caso i vertici dell'Unione non potrebbero fare molto perché tale è l'attuale meccanismo decisionale.

- Sono stati catturati, ostaggi della Bulgaria, proprio come noi, ma per noi è più doloroso. Le questioni bilaterali non dovrebbero ostacolare l'Europa. Mi sento male quando questioni bilaterali come la storia diventano questioni politiche e la politica non è ciò che devo risolvere. Più questi problemi sono guidati dalla politica, più diventano complicati. Ma sta ancora a te decidere e non spetta a me dire cosa è giusto e cosa non è giusto, ha detto Rama.

Ha confermato che l'Albania cercherà la separazione dalla Macedonia del Nord sulla strada verso l'UE se Skopje respingerà la proposta francese.

Fonte: MIA

Video del giorno