I lavoratori delle aziende jugoslave riscuotono la loro anzianità nelle ex repubbliche, qual è la procedura?

Protesta dei pensionati / Foto: "Sloboden Pechat" - Dragan Mitreski

Molti dei nostri concittadini hanno lavorato in diversi uffici di rappresentanza di aziende croate, slovene e serbe. Il Fondo PIOM afferma che l'anzianità si somma per raggiungere il minimo di 15 anni.

Molte aziende delle ex repubbliche jugoslave avevano uffici di rappresentanza in Macedonia e, secondo le loro politiche, versavano l'anzianità alla macedone o la loro assicurazione. Ivan Andreevski, che lavorava presso l'ex "Belupo", parte della famosa compagnia croata "Podravka", pur lavorando a Skopje, ha ricevuto i contributi sia tramite l'ufficio di rappresentanza in Serbia che tramite la casa madre in Croazia. Andreevski dice che riceve una pensione per gli anni dichiarati dalla Serbia e dalla Croazia, ma che la nostra cassa pensioni non calcola gli anni di questi due paesi nel suo totale di servizio, motivo per cui ha una pensione più bassa.

 

Ivan Andreevski: Tre paesi mi hanno calcolato l'anzianità di servizio totale tra i paesi contraenti
Foto: Sloboden Pechat/Slobodan Djuric

Andreevski conduce procedimenti giudiziari da 8 anni e afferma che il suo caso non è l'unico, e per ora sono molti quelli che hanno lavorato in tali aziende. Tuttavia, la Corte ritiene il caso infondato e il Fondo PIOM chiarisce che i casi che coinvolgono anni di esperienza nelle ex repubbliche jugoslave richiedono un approccio individuale.

– Quando le pensioni vengono pagate da paesi diversi, è possibile effettuare un calcolo proporzionale dell'anzianità di servizio per ciascun paese. Ciò è certamente fatto nel migliore interesse del pensionato. Ogni caso è individuale e non può essere memorizzato in questo modo. Ma è importante che sia possibile raccogliere gli anni di esperienza di tutte le ex repubbliche per ottenere il minimo di 15 anni necessari per ottenere la pensione - dice Biljana Stojanova, direttrice della Cassa pensioni e invalidità.

La Macedonia ha un accordo con Croazia e Serbia sul riconoscimento dell'anzianità.

- Sapete quante aziende di un'altra repubblica a quel tempo avevano uffici di rappresentanza e negozi in Macedonia? Pensiamo alle aziende tessili, alle imprese edili, alle aziende farmaceutiche... Ho parlato con tante persone che dicono di non essere soddisfatte di come viene calcolata la loro anzianità. Ecco il mio esempio, nella decisione sulla pensione della Macedonia si dice "il totale dei servizi prestati nei paesi contraenti è di 28 anni e 15 giorni", nella soluzione della Croazia il totale dei servizi calcolati è di 30 anni, 3 mesi e 14 giorni, e nella soluzione della Serbia, 33 anni, 11 mesi e 15 giorni - dice Andreevski.

Andreevski afferma che proseguirà il processo di ricorso e afferma che a causa dell'anzianità di servizio non riconosciuta il coefficiente per il calcolo della sua pensione è del 67,73% invece dell'80%.

– Non va richiesto attraverso il pane. La Croazia può pagare una pensione alla Macedonia? Richiediamo questa esperienza come condizione per ricevere una pensione, e il calcolo viene effettuato solo sulla base degli stipendi macedoni. Se un paese paga per un altro, perché voi siete d'accordo - spiega Stojanova.

Ivanovski si è ispirato alla recente apparizione di Biljana Stojanova, direttrice della Cassa pensioni e di assicurazione per l'invalidità, al programma mattutino "Free Press", dove ha sottolineato che con diversi paesi europei, le ex repubbliche jugoslave e l'Australia e il Canada d'oltremare abbiamo la sicurezza sociale accordi. Il direttore Stojanova ha detto che questo tirocinio dovrebbe essere registrato.

- Sono previsti anche stage da paesi esteri. Oltre ad operare secondo la legge PIO, il fondo opera anche secondo accordi internazionali. È molto importante che tutti siano consapevoli dell'esistenza di questa esperienza, si rechino al Fondo e la riferiscano, perché a volte per ignoranza non hanno abbastanza esperienza in Macedonia, non riportano l'esperienza all'estero e non possono avere la pensione! Se lo denunciano in tempo, e se abbiamo un accordo di previdenza sociale con quel paese, secondo un accordo internazionale, potranno, in poche parole, riscuotere fino a 15 anni di servizio. Con l'America non abbiamo un accordo del genere, ma solo un accordo sulla reciprocità del pagamento delle pensioni - dice Stojanova.

 

Biljana Stojanova, direttrice del Fondo PIO: Organizza la tua anzianità in tempo, non prima del pensionamento

 

 

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno