Putin: Kiev dovrebbe accettare la nuova realtà territoriale e “dimenticare” la NATO

Vladimir Putin / Foto: AA/ABACA / Abaca Press / Profimedia

Il ritiro delle truppe ucraine da tutte le nuove regioni della Russia, dalla Repubblica popolare di Luhansk, dalla Repubblica popolare di Donetsk, dalle regioni di Kherson e Zaporozhye, e la rinuncia di Kiev all'intenzione di entrare nell'alleanza militare occidentale, sono le due condizioni poste dal presidente russo Vladimir Putin ha deciso di porre fine immediatamente alla guerra in Ucraina e di avviare negoziati di pace.

"Non appena Kiev si dichiarerà pronta per una tale decisione e inizierà un vero e proprio ritiro delle truppe da queste regioni, e informerà anche ufficialmente della cancellazione dei piani di adesione alla NATO, un ordine da parte nostra per un cessate il fuoco e la L'inizio dei negoziati avverrà immediatamente, letteralmente nello stesso minuto. Ripeto, lo faremo immediatamente", ha detto Putin, sottolineando che queste condizioni sono "molto semplici".

Molto rapidamente da Kiev è arrivata la risposta che l’Ucraina non avrebbe accettato queste condizioni per l’inizio dei negoziati. Lo ha affermato Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Secondo lui non si tratta di un tentativo serio di raggiungere un accordo di pace e che questa proposta non è rilevante per nessun negoziato. Podoljak ha detto a Reuters che "non c'è alcuna possibilità di trovare un compromesso" tra le dichiarazioni di Putin e le condizioni per porre fine alla guerra fissate dall'Ucraina.

Nell'incontro con la leadership del Ministero degli Affari Esteri russo, Putin ha sottolineato che la Russia è pronta a sedersi domani al tavolo dei negoziati per l'Ucraina, ma è stato fermamente convinto che Mosca abbia bisogno dello status neutrale, non allineato e non nucleare dell'Ucraina. per una soluzione pacifica.

"Se Kiev e le capitali occidentali lo respingono, come hanno fatto finora, dopo tutto sono affari loro, loro responsabilità politica e morale continuare lo spargimento di sangue". È ovvio che la realtà sul campo, sulla linea di battaglia, continuerà a cambiare, e non a favore del regime di Kiev. E le condizioni per l'inizio dei negoziati saranno diverse", ha detto il presidente russo.

Ha anche affermato che l’essenza della proposta russa non è una tregua temporanea o un cessate il fuoco, poiché l’Occidente vuole fermare le perdite per armare ulteriormente il regime di Kiev e prepararlo per una nuova offensiva.

"Lo ripeto, non si tratta di congelare il conflitto, ma di porvi fine definitivamente." La nostra posizione di principio è lo status neutrale, non allineato e non nucleare dell'Ucraina, la sua smilitarizzazione e denazificazione, tanto più che hanno concordato questi parametri nel loro complesso durante i negoziati di Istanbul nel 2022", ha affermato Putin. precisando che allora "tutto ciò che riguarda la smilitarizzazione era chiaro, tutto era previsto e concordato".

Putin ha sottolineato che i diritti, le libertà e gli interessi dei cittadini di lingua russa in Ucraina dovrebbero essere pienamente garantiti, le nuove realtà territoriali, lo status delle Repubbliche popolari di Crimea, Sebastopoli, Donetsk e Luhansk, le regioni di Kherson e Zaporozhye come soggetti della Russia riconosciuto. Federazione. E tutte queste disposizioni fondamentali dovrebbero essere confermate sotto forma di accordi internazionali fondamentali.

"Normalmente ciò presuppone la revoca di tutte le sanzioni occidentali contro la Russia". Credo che la Russia stia proponendo una variante che permetterà alla guerra in Ucraina di finire realisticamente. Chiediamo cioè che si volti la tragica pagina della storia. E sì, anche se è difficile, gradualmente, passo dopo passo, si cominciano a stabilire rapporti di fiducia e di buon vicinato tra Russia e Ucraina e in tutta Europa", ha concluso il leader russo.

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno