I 70 diplomatici russi espulsi e le loro famiglie lasceranno Sofia questo pomeriggio su due aerei

Secondo Eurostat nell'UE, solo i bulgari hanno uno standard inferiore rispetto ai croati

Oggi nel pomeriggio due aerei della Federazione Russa dovrebbero arrivare all'aeroporto di Sofia per prendere i 70 diplomatici espulsi e dipendenti dell'ambasciata russa e i loro parenti, ha riferito BNR.

Come riportato dal corrispondente MIA da Sofia, secondo informazioni non confermate, il numero totale di cittadini russi che lasceranno la Bulgaria è di oltre 100 persone.

Entrambi i voli sono previsti per questo pomeriggio.

Il Primo Ministro bulgaro uscente, Kiril Petkov, ha annunciato il 28 giugno che il suo paese stava espellendo 70 diplomatici e personale tecnico russi dall'ambasciata russa a Sofia. Viene espulso anche il personale dei Consolati generali russi a Ruse e Varna.

L'argomento principale delle autorità bulgare a favore della dichiarazione di persona non grata di oltre 70 diplomatici russi è che si sono impegnati in attività incompatibili con il loro status diplomatico e di spionaggio.

Questa più grande espulsione in assoluto di diplomatici russi dalla Bulgaria ha portato a un peggioramento delle relazioni tra il partito al governo Change Continues e il Partito socialista bulgaro, con Kornelia Ninova che chiedeva al primo ministro uscente di dimettersi da candidato primo ministro nel secondo governo del suo partito.

Allo stesso tempo, l'ambasciatrice russa Eleonora Mitrofanova ha dato un ultimatum al governo bulgaro di lasciarsi alle spalle alcuni diplomatici del suo paese e ha minacciato che la Russia potesse rompere le relazioni diplomatiche con la Bulgaria.

Video del giorno