È stata arrestata la persona che ha staccato la bandiera della chiesa e ne ha posizionata una albanese davanti alla chiesa di Popova Shapka

foto: Facebook

È stato arrestato un abitante di Mala Recica, sospettato di aver esposto ieri sera una bandiera albanese sul monastero di Popova Shapka.

- Gli agenti di polizia della SVR Tetovo ieri sera, intorno alle 23:30, dopo aver adottato misure operative, hanno identificato e arrestato J.A. dalla Mala Recica di Tetovo. È sospettato di aver staccato la bandiera della chiesa dell'arcidiocesi MOC-Ohrid due ore prima dal pennone del monastero "San Naum il Taumaturgo" a Popova Shapka, mentre non c'era nessuno nell'edificio religioso, e di aver posizionato la bandiera al suo posto la bandiera della Repubblica d'Albania, informa il Ministero dell'Interno.

Dopo aver documentato il caso contro J.A., che era con un'altra persona ricercata durante la rimozione della bandiera della chiesa, seguirà un'apposita deposizione, secondo il Ministero degli Interni.

Stojanche Angelov ha scritto tra l'altro sul suo profilo Facebook che la pronta reazione delle istituzioni, così come la pressione dell'opinione pubblica, possono ridurre le provocazioni che accendono l'intolleranza interetnica.

- Le provocazioni non dovrebbero essere messe a tacere, ma si dovrebbe reagire ferocemente. Questo è l’unico modo per scoraggiare futuri potenziali provocatori. La reazione della società a tali provocazioni dovrebbe essere unita e unica, indipendentemente dall'appartenenza etnica, religiosa, politica o di qualsiasi altra affiliazione. Credo che la maggioranza degli albanesi condanni questo atto barbarico di profanazione della bandiera della chiesa. L'unica cosa è che non ho visto un rappresentante dei fattori politici albanesi in Macedonia condannare pubblicamente questo atto. E dovrebbe, ha scritto Angelov.

Ha invitato il leader della DUI Ali Ahmeti su Facebook a condannare pubblicamente questo provocatorio atto di vandalismo.

Ieri due persone mascherate hanno staccato la bandiera della Chiesa ortodossa macedone dell'Arcidiocesi di Ohrid dal pennone davanti alla chiesa di San Naum di Ohrid, dopo di che è stata posizionata la bandiera dell'Albania. Il presidente del consiglio ecclesiastico ha segnalato il caso all'SVR Tetovo. L'evento è stato ripreso attraverso le telecamere di videosorveglianza.

- Alle 18.05:XNUMX a SVR Tetovo, il sacerdote della chiesa "St. Naum Ohridski Miracle Worker" situata a Popova Shapka, ha riferito che la bandiera della chiesa è stata tolta dall'albero della chiesa da una persona di NN e una bandiera dell'Albania è stato posto, ha informato ieri Marjan Josifoski, portavoce della SVR Tetovo.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno