I professionisti privati ​​consegnano la pizza per sopravvivere, non hanno un'assicurazione sanitaria e si curano a vicenda

Gli stagisti privati ​​che lavorano presso il Centro Clinico "Madre Teresa" vengono trattati ingiustamente dallo Stato e dal Ministero della Salute, sono degradati esistenzialmente al punto che alcuni di loro consegnano pizza per sopravvivere e, oltre a ciò, il loro salario è ridotto infelici e con grandi responsabilità lavorative, non hanno nemmeno un'assicurazione sanitaria. Nel Centro Clinico "Madre Teresa", secondo "Sloboden Pechat", ci sono 400 stagisti privati, e tutti sono stufi di lavorare in condizioni di lavoro così sfavorevoli e di terza classe. Se il Ministero della Salute non li convoca al colloquio, scioperano e non svolgono le loro mansioni lavorative. Inoltre, nonostante per alcuni di loro ci sia una reale necessità di far parte delle istituzioni sanitarie pubbliche, i concorsi accettano o personale meno idoneo proveniente da queste ultime, oppure personale proveniente da partiti politici. La presidente dell'Associazione dei medici specializzandi, la dottoressa Alexandra Georgieva, afferma che tra i colleghi c'è molta pressione affinché inizino uno sciopero, perché non possono sopravvivere. La categoria “specialista privato” non esiste in nessuna parte del mondo tranne che in Macedonia, Albania e Kosovo.

-Il tirocinio privato come status di medico che paga per la propria specializzazione e non è impiegato in nessuna istituzione statale non esiste come concetto in nessuna parte del mondo tranne che in Macedonia, Kosovo e Albania. Fino a poco tempo fa esisteva anche in Serbia, ma con gli ultimi cambiamenti tutti i tirocinanti privati ​​venivano impiegati lì e quella categoria ha cessato di esistere in Serbia. In Macedonia lo status di specialista privato è quello del medico che, non avendo un impiego, paga per la sua formazione 12mila euro in 6 anni e riceve uno stipendio di 26mila denari. Le sue responsabilità lavorative sono identiche a quelle di uno specialista statale con la differenza che lo specialista statale riceve uno stipendio base di 44mila denari e tasse pagate, è assicurato contro la salute e la pensione e lo Stato copre anche l'importo della specializzazione al Decano della Facoltà. alla Facoltà di Medicina, ha detto alla "Stampa libera" la dottoressa Georgieva.

L'associazione di cui è presidente sostiene la riduzione e la potenziale abolizione delle specializzazioni private perché portano alla distruzione del sistema sanitario.

- È una grande illogicità che, nonostante la mancanza di personale medico, non avvenga l'assorbimento di questo personale nelle istituzioni sanitarie statali. Recentemente, il precedente ministro della Sanità, Fatmir Majiti, ha dichiarato che tutti gli specialisti privati ​​saranno assunti, ma questa promessa, come molte promesse precedenti, è fallita, lasciando ancora una volta gli specialisti privati ​​nei guai. L'accordo tra il Ministero della Salute e l'associazione prevedeva che lo stipendio dovesse essere al livello del salario medio pagato per un dato anno in Macedonia, ma oggi, sebbene lo stipendio sia di 39.998 denari, lo stipendio dei tirocinanti privati ​​è ancora di 26 mille denari, sottolinea la dottoressa Georgieva.

Come problema ancora più grande emerge il fatto che i tirocinanti privati non hanno un'assicurazione pensionistica, cioè non hanno esperienza e inoltre l'anno scorso non hanno nemmeno l'assicurazione sanitaria, cioè, non possono utilizzare i servizi sanitari pubblici in cui essi stessi curano i pazienti.

- Questa politica irresponsabile delle autorità sanitarie porta alla mancanza di un'idea per riempire le capacità del sistema sanitario, cioè a mappare in dettaglio quali sono i bisogni dello Stato, per quale tipo di personale medico in quali ospedali e per riempire la rete. L’obiettivo finale del Ministero della Salute dovrebbe essere quello di preservare la salute pubblica. Chiediamo un incontro urgente con il ministro della Salute, Ilir Demiri, per negoziare le nuove modalità di aumento, che chiediamo sia parallelo all'annunciato aumento del 5% per il resto degli operatori sanitari. Per i tirocinanti privati ​​chiediamo che l'aumento raggiunga l'importo dello stipendio medio in Macedonia. Se non saremo chiamati dal ministro a discutere di questo problema e non si troverà alcuna soluzione, allora noi, specialisti privati ​​e associazioni, saremo fermamente determinati a smettere di lavorare negli ospedali del Centro Clinico "Madre Teresa" ed esprimere la nostra insoddisfazione. attraverso uno sciopero davanti al Ministero della Salute, aggiunge Georgieva.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno