Le elezioni presidenziali saranno “sorvegliate” da 140 osservatori

Elezioni / Foto: "Stampa libera" - Dragan Mitreski

Un totale di 140 osservatori nazionali e stranieri si sono registrati per osservare le elezioni presidenziali, il cui primo turno si terrà mercoledì prossimo, il 24 aprile, mentre la registrazione per osservare le elezioni parlamentari che si terranno l'8 maggio è ancora in corso. secondo il programma della Commissione elettorale statale durerà fino al 27 aprile. Questo numero di osservatori è significativamente inferiore rispetto alle precedenti elezioni presidenziali del 2019, quando furono registrati 3.094 osservatori nazionali e 419 stranieri. Una richiesta per acquisire lo status di osservatore può essere presentata da associazioni nazionali e organizzazioni straniere, organizzazioni internazionali e rappresentanti di paesi stranieri.

La SEC afferma che all'11 aprile sono stati accreditati per le elezioni presidenziali un totale di 140 osservatori, di cui 110 internazionali, un giornalista straniero e 29 osservatori nazionali. Per le elezioni parlamentari sono stati accreditati un totale di 139 osservatori, di cui 109 internazionali, un giornalista straniero e 29 osservatori nazionali.

- Si segnala che sono ancora in corso di elaborazione le richieste di accreditamento attualmente presentate, che saranno oggetto di conferma nelle prossime sedute della Commissione Elettorale Statale. In relazione al confronto del numero degli osservatori con le ultime elezioni presidenziali, vi informiamo che il processo di conferma degli accreditamenti per le elezioni presidenziali non è stato ancora completato, dato che le richieste sono state presentate nei giorni scorsi - ha affermato la SEC.

Secondo il calendario della SEC per le elezioni presidenziali, la registrazione degli osservatori per le elezioni presidenziali è durata dal 14 febbraio al 13 aprile.

Secondo quanto comunicato finora dalla commissione elettorale, a seguito delle richieste presentate per l'accreditamento degli osservatori per le elezioni presidenziali e parlamentari, sono state rilasciate autorizzazioni di osservazione alle ambasciate di Ungheria, Paesi Bassi, Albania, Montenegro e poi all'Ufficio per la democrazia. Istituzioni e diritti umani presso l'OSCE/ODIHR, la Commissione elettorale centrale del Kosovo, il Centro per la formazione continua sulle elezioni della Moldavia, il Centro per la ricerca sulla sicurezza, ecc.

- Verranno rilasciati dei badge per ogni osservatore accreditato che dovrà rispettare il Codice per le regole di osservazione elettorale e la procedura di elezione degli osservatori nazionali e stranieri, adottato dalla Commissione elettorale statale - ha annunciato la SEC.

La missione OSCE/ODIHR ha recentemente annunciato che osserverà le prossime elezioni con 20 osservatori a lungo termine e 300 a breve termine. Il capo della missione di osservazione, Gillian Stirk, ha affermato all'epoca che l'ODIHR opera secondo la metodologia di osservazione elettorale consolidata, è completamente imparziale e basa le sue valutazioni sui fatti.

- Nell'ambito della missione si valuterà se le elezioni sono conformi agli impegni assunti con l'OSCE e agli altri obblighi internazionali, nonché alla legislazione nazionale. Abbiamo un team principale di 12 esperti internazionali. È un gruppo molto eterogeneo. Saremo nel Paese sia per le elezioni presidenziali che parlamentari e partiremo il 19 maggio - ha detto l'Ambasciatore Stirk.

Secondo lei, il numero degli osservatori è elevato, perché nello stesso giorno, l'8 maggio, si terranno due processi elettorali.

Oltre alla squadra principale dell'OSCE/ODIHR, il gruppo di 20 osservatori a lungo termine sarà schierato in squadre di due in nove città: Tetovo, Ohrid, Bitola, Prilep, Strumica, Kočani, Kumanovo e Shtip, e ci saranno due squadre nella capitale Skopje. Immediatamente prima delle elezioni arriveranno in Macedonia 300 osservatori a breve termine che visiteranno i seggi elettorali e osserveranno gli elettori, il processo di conteggio dei voti e la sintesi dei risultati. La missione di osservazione dell'OSCE/ODIHR monitorerà inoltre i media in merito al processo elettorale.

Il mese scorso, la SEC e la Fondazione internazionale per i sistemi elettorali IFES hanno organizzato un corso di formazione rivolto alle organizzazioni della società civile per osservare le prossime elezioni, durante il quale hanno appreso quali sono i diritti e le responsabilità che hanno secondo la legge elettorale, vale a dire le regole per l'osservazione e l'attività professionale e possibilità tecniche del processo elettorale.

- Applicando una metodologia interattiva, le persone che hanno visitato il workshop hanno simulato un processo di osservazione e hanno affrontato praticamente situazioni che si verificano il giorno delle elezioni. In questo modo, i potenziali osservatori elettorali hanno acquisito conoscenze sul campo, migliorato le proprie conoscenze e competenze e ricevuto risposte a tutte le domande. Una parte della sessione è stata dedicata a quale parte del processo elettorale viene osservata dagli osservatori accreditati, come registrare le eventuali osservazioni che gli osservatori hanno fatto ai seggi elettorali e come riferirle dopo le elezioni - ha informato all'epoca la SEC .

La Commissione elettorale statale ha inoltre adottato le Linee guida per l'osservazione delle elezioni e la procedura elettorale, nonché il Codice per l'osservazione delle elezioni, che mirano a migliorare l'integrità e la trasparenza del processo elettorale.

Le elezioni parlamentari nell’anno pandemico 2020 sono state monitorate da un totale di 2.717 osservatori, traduttori e giornalisti nazionali ed esteri. Presso la SEC erano accreditati 2.508 osservatori nazionali e 98 internazionali, gli altri provenivano dalla delegazione dell'UE e dalle ambasciate straniere. 55 giornalisti stranieri provenienti da 15 redazioni sono stati registrati per monitorare quelle elezioni parlamentari.

Le precedenti elezioni parlamentari, nel 2016, hanno avuto un numero record di osservatori a causa della crisi politica a lungo termine: 7.585 osservatori nazionali, 667 osservatori stranieri e 75 giornalisti stranieri.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno