I postini annunciano uno sciopero per il 7 giugno: le "Poste Macedoni" devono riorganizzarsi e sopravvivere

Posta/Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

I dipendenti hanno ricevuto l'ultimo stipendio un mese fa, il 15 aprile, il termine per questo mese è scaduto e non hanno ancora ricevuto lo stipendio.

I dipendenti della "Macedonian Post" hanno partecipato ieri ad una protesta di massa per esprimere la loro rivolta e preoccupazione per il futuro della "Macedonian Post" e per salvare i loro posti di lavoro. Per un lungo periodo, mesi e anni, "Macedonian Post" ha dovuto affrontare una crisi finanziaria e una cattiva organizzazione delle operazioni, che hanno portato al caos totale e al fondo dell'esistenza. Il leader sindacale Boro Veligdenov ha detto che non hanno ancora ricevuto lo stipendio e non sanno quando lo riceveranno, perché non c'è abbastanza afflusso finanziario.

- La direzione non ha le risposte - ha detto Veligdenov.

Secondo i dipendenti, sono arrivati ​​a questo stato a causa della cattiva politica del personale e dei partiti, che dura da anni.

- Basta con il personale partigiano e poco professionale. Chiediamo che il nuovo governo dia priorità alle "Poste Macedoni" per trovare una soluzione - dicono. I dipendenti chiedono una sistematizzazione e una soluzione definitiva della situazione, perché 2.000 dipendenti perderanno il lavoro e la Macedonia sarà l'unico Paese senza un ufficio postale nazionale. Hanno ribadito che non hanno bisogno di 15 filiali, 15 direttori, ma di dipendenti nel processo tecnologico.

Il rappresentante sindacale delle "Poste Macedoni" Sasho Dimitrievski ha detto che hanno informazioni sulla distribuzione di pacchi postali provenienti da un altro paese, il che non è consentito dalla legge, e ha chiesto che questa pratica venga fermata.
Hanno ricevuto l'ultimo stipendio un mese fa, il 15 aprile, ma il termine per questo mese è scaduto e non hanno ancora ricevuto lo stipendio. Annunciano uno sciopero per il 7 giugno, quando avranno l'opportunità legale di farlo.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno