Poroshenko: Le autorità mi hanno impedito di lasciare l'Ucraina

Poroshenko / Foto: Profimedia

L'ex presidente ucraino Petro Poroshenko ha affermato che le autorità gli hanno impedito di lasciare il Paese questa mattina in quello che è stato definito un "tentativo motivato politicamente di interrompere le sue attività".

Poroshenko, che ha guidato l'Ucraina dal 2014 al 2019 ed è ora un deputato dell'opposizione, ha rilasciato un video dal valico di frontiera con la Polonia e ha affermato che gli è stato impedito di lasciare il Paese, nonostante quello che ha definito essere un permesso ufficiale, che ha mostrato nel video.

A causa della legge marziale, i funzionari ucraini devono avere un permesso speciale per viaggiare all'estero.

Il vicepresidente del parlamento ucraino Oleksandr Korniyenko ha successivamente confermato di aver revocato il permesso a Poroshenko di lasciare il Paese. Kornienko ha detto che mentre ai legislatori è consentito viaggiare per eventi politici di partito, ha ricevuto una lettera, che non ha potuto approfondire, che lo ha costretto a cancellare il permesso di viaggio di Poroshenko.

Poroshenko ha detto che intendeva recarsi in Polonia per aiutare a negoziare la fine del blocco dei camionisti al confine, e poi negli Stati Uniti per fare pressione per sostenere lo sforzo bellico ucraino.

Insieme al video, ha scritto un messaggio accusando il governo del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj di revocargli la licenza e sostenendo che si trattava di una decisione politica prima delle elezioni.

"Questo è un diversivo anti-ucraino. "Non si tratta solo di un ostacolo al lavoro diplomatico di tutta la mia squadra, ma, sfortunatamente, è un attacco alle capacità di difesa dell'Ucraina", ha scritto Poroshenko.

Poroshenko, che guida il partito di opposizione Solidarietà Europea, è un eminente critico del governo di Zelenskiy, e i due hanno combattuto un’aspra, spesso profondamente personale battaglia nelle elezioni presidenziali del 2019, quando Zelenskiy ha vinto.

Zelenski ha detto il mese scorso che “non è il momento” di tenere le elezioni presidenziali, che in circostanze normali dovrebbero essere indette per marzo 2024, ma il loro svolgimento è vietato dalla legge marziale.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno