Il regista Samsung che era in prigione per corruzione è stato graziato

Lee Jae-yong, vicepresidente di Samsung Electronics
Lee Jae-yong, vicepresidente di Samsung Electronics / Foto: EPA-EFE/JEON HEON-KYUN

Il presidente sudcoreano Yun Suk-Yol perdona il vicepresidente di Samsung Electronics, Lee Jae Yong per aiutare a superare la "crisi economica nazionale", ha affermato oggi il ministero della Giustizia della Corea del Sud.

La grazia è in gran parte simbolica, poiché Lee è già in libertà vigilata dopo aver scontato 18 mesi di prigione per corruzione mentre era alla guida del più grande produttore mondiale di smartphone e chip di memoria.

Il ministro della Giustizia Han Dong-hun detto, dopo Shin Dong-bin, presidente del Gruppo Lotte, il quinto conglomerato commerciale più grande della Corea del Sud, è stato graziato dal fatto che il governo, a causa dell'urgenza di superare la crisi economica nazionale, "ha accuratamente cercato di perdonare i leader economici che guidano il motore nazionale della crescita attraverso investimenti attivi in tecnologia e creazione di nuovi posti di lavoro".

Video del giorno