I contadini polacchi protestano con striscioni antiucraini e pro-Putin

Foto: Twitter

Gli striscioni anti-ucraini e pro-Putin portati dai contadini polacchi durante le proteste potrebbero essere stati influenzati da "agenti russi", ha affermato oggi il Ministero degli Affari Esteri polacco.

"Crediamo che si tratti di un tentativo di stabilire il controllo sul movimento di protesta degli agricoltori da parte di gruppi estremisti e irresponsabili che potrebbero essere influenzati da agenti russi", ha affermato il ministero in una nota.

Durante la manifestazione di ieri, gli agricoltori di Gorzycki, nel sud della Polonia, hanno esposto uno striscione con la scritta: "Putin, ristabilisci l'ordine in Ucraina, a Bruxelles e nel nostro governo", sventolando una bandiera dell'Unione Sovietica.

La foto dello striscione si è diffusa sui social network, provocando una dura reazione da Kiev.

Varsavia "nota con grande preoccupazione la comparsa di slogan anti-ucraini e altri che celebrano Vladimir Putin e la guerra che sta conducendo, durante i recenti blocchi dei contadini", ha affermato il ministero polacco in una nota, sottolineando che tali azioni creano "un brutto quadro della Polonia".

Il portavoce della polizia locale ha detto oggi che "la bandiera e lo striscione" sono stati "confiscati". "La persona alla guida del veicolo è stata identificata", hanno fatto sapere le forze dell'ordine.

La Polonia è stata uno dei maggiori sostenitori dell’Ucraina dall’inizio dell’invasione russa nel febbraio 2022, ma negli ultimi mesi i loro rapporti si sono inaspriti a causa delle controversie commerciali.

Ieri gli agricoltori polacchi hanno dato inizio ad una nuova ondata di proteste, bloccando un centinaio di strade nel Paese e punti di frontiera con l'Ucraina, insoddisfatti dell'importazione "incontrollata" di grano dall'Ucraina e della politica agricola europea.

Queste nuove proteste sono scoppiate poche settimane dopo la fine di un simile blocco del confine con l’Ucraina da parte dei camionisti polacchi.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno