A seguito dell'appello del Kosovo: la FIFA ha avviato un procedimento contro la Serbia

Foto: EPA-EFE / Neil Hall

La Federcalcio internazionale (FIFA) ha aperto oggi una procedura contro la Federcalcio serba. La Federcalcio serba è accusata di aver messo uno striscione politico per il Kosovo negli spogliatoi prima della partita contro il Brasile.

Il giovedì prima della partita nello spogliatoio serbo c'era una bandiera serba con la mappa del Kosovo e la scritta "No Surrender".

Il Ministro della Cultura del Kosovo, Hajrulah aspetta si è lamentato con la FIFA di questo lo so e ha affermato che la Coppa del Mondo è stata utilizzata per promuovere "messaggi xenofobi, genocidi e di odio nei confronti del Kosovo".

La FIFA afferma nella procedura aperta che sta indagando su "comportamenti scorretti, inclusi gesti, segni o linguaggio offensivi e promozione di questioni non legate al calcio".

Per ora non si sa quando la World House of Football emetterà il verdetto. La Serbia giocherà la prossima partita lunedì alle 11:00 contro il Camerun.

Video del giorno