Peskov: “Non c'è nulla di politico” nella proposta di “purificazione” dei confini nel Baltico

Dimitri Peskov / Foto: Sergei Bobylev / Sputnik / Profimedia

Il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, ha dichiarato ai media che "non c'è nulla di politico" nella proposta del ministero della Difesa russo di "ripulire" i confini del Paese nel Mar Baltico, "anche se la situazione politica è cambiata in modo significativo" di recente.

"Vedete come sono aumentate le tensioni e qual è il livello dello scontro, soprattutto nella regione baltica. Naturalmente, ciò richiede misure adeguate da parte dei nostri organi competenti per garantire la nostra sicurezza", ha detto Peskov ai giornalisti.

In una bozza di proposta pubblicata da alcuni media russi, il Ministero della Difesa russo propone di aggiornare le coordinate utilizzate per delimitare le acque territoriali vicino alla costa continentale della Russia e sulle isole del Mar Baltico.

Le coordinate esistenti sono state approvate nel 1985, ha affermato il ministero, aggiungendo che erano "basate su carte di navigazione nautica su piccola scala" e non corrispondevano alla "situazione geografica moderna".

Dalla bozza non era immediatamente chiaro se le modifiche proposte avrebbero spostato il confine o semplicemente lo avrebbero chiarito.

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno