VIDEO: Le previsioni pessimistiche di Lavrov: non c'è alcuna possibilità di salvare l'OSCE

Foto: "Stampa libera"

Il ministro degli Affari esteri russo Sergej Lavrov ha dichiarato, nel corso della conferenza stampa odierna a Skopje, che non c'è motivo di celebrare il vertice dell'OSCE quest'anno perché, secondo lui, l'OSCE è sull'orlo del collasso e che tutto ciò che è stato fatto finora negli ultimi anni sta fallendo.

"Tutto ciò su cui l'OSCE ha lavorato negli ultimi anni viene compromesso. La sicurezza viene minata, la dimensione dei diritti umani, gli aiuti umanitari... Non vi sto facendo esempi specifici, ma abbiamo prove concrete che i nostri colleghi occidentali non hanno imparato alcuna lezione dai loro fallimenti."

Il capo della diplomazia russa sostiene che il 95% dei discorsi dei paesi occidentali al vertice di Skopje di quest'anno si sono concentrati contro ciò su cui si basava e su cui è fondata l'OSCE, vale a dire la sicurezza e la cooperazione attorno ad essa.

 "Nella sfera politica tutto è distrutto. Si rifiuta di adottare numerosi accordi volti a garantire la sicurezza e la stabilità. Non c’è nulla da dire sulle sanzioni senza precedenti introdotte dall’UE e dagli USA contro la Russia. Non c'è niente da dire sui diritti umani", dice il ministro russo Lavrov.

Interrogato sulle relazioni macedone-bulgare, il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha affermato di non essere il più grande esperto in materia, ma ha sottolineato che ogni Paese, inclusa la Macedonia, ha il diritto di partecipare equamente alle attività del continente. Ha accusato gli alleati occidentali di essere dietro tutti i problemi attuali e precedenti nei Balcani.

Il Ministro russo ha accolto con favore la presidenza dell'OSCE di quest'anno, affermando di essersi sempre sentito il benvenuto nel Paese.

"Ricordo che per anni la Macedonia si chiamava Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia e questo era un nome umiliante, e sappiamo anche cosa è successo al nome Macedonia del Nord." Ricordo anche che il presidente dell'Assemblea macedone aveva delle foto con la bandiera albanese, scattate nell'ufficio del Parlamento", ha detto Lavrov.

Riguardo agli eventi accaduti alla vigilia del vertice OSCE di Skopje, Lavrov ha affermato che quando si svolgono tali eventi nessuno deve dire quale paese è invitato e quale no.

"La codardia di Blinken e Borrell"

 

Lavrov ha detto che il suo collega americano Anthony Blinken è stato colui che ha evitato l'incontro.

- Blinken ha evitato l'incontro, ma eccomi qui, non lo vedo. Oggi la signora Zakharova mi ha mostrato due diverse foto pubblicate dai media macedoni. La prima è stata dalla cena, alla quale hanno partecipato tutti, hanno scattato delle foto per pubblicarle sui media che sono venuti tutti tranne Lavrov. Gli altri media hanno mostrato le foto dell'inaugurazione mattutina, alla quale ero presente con tutti i miei colleghi, ma non c'erano né il ministro ucraino né i rappresentanti dei Paesi baltici. Il segretario Blinken e Borrell se ne andarono. Ma perché lo hanno fatto? Penso che volessero sottolineare la loro intenzione di isolare la Russia. Sono dei codardi, hanno paura della verità, non hanno argomenti davanti ai nostri fatti. Questa è codardia, niente di più, ha detto Lavrov.

Per quanto riguarda la guerra in Ucraina, Lavrov ha affermato che nel maggio 2022, dopo diversi incontri in Turchia, è stato concordato un cessate il fuoco, accettato da tutte le parti. Come ha spiegato, l’allora primo ministro britannico Boris Johnson ha informato gli ucraini che l’accordo era più a favore della Russia, “quindi ha suggerito loro di continuare con il conflitto”.

Lavrov ha ammesso che ora è molto più difficile negoziare con Kiev, sostenendo che il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyi ha introdotto un decreto che vieta i negoziati con il governo russo guidato da Vladimir Putin.

Il capo della diplomazia russa ha parlato anche dell'attuale situazione a Gaza, valutando che la Russia ha condannato l'attacco di Hamas in Israele il 7 ottobre, ma ha accusato l'Occidente di essere responsabile di tutto ciò che accade nella Striscia di Gaza.

- Tutto ciò che accade a Gaza è molto complicato. I numeri che sentiamo dalle Nazioni Unite sono orribili, il numero di civili e bambini uccisi. Non dobbiamo accettare il modo in cui Israele combatte i terroristi, ha detto Lavrov.

Il ministro Lavrov si è espresso anche sulla “cultura della cancellazione” delle autorità americane. Afferma che gli Stati Uniti vogliono distruggere tutto ciò che non gli piace e che questa loro cultura porta alla diffusione di disordini in tutto il mondo.

Nella conferenza stampa, i giornalisti che hanno posto le domande sono stati scelti dalla portavoce del MAE russo, Maria Zakharova, e per alcuni di loro ha inviato le foto agli assistenti che hanno fornito il microfono.

La delegazione russa che ha partecipato al vertice OSCE tornerà in Russia dopo la conferenza stampa, saltando le riunioni finali del vertice OSCE.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno