Il Pentagono non smentisce il rapporto che scredita i vaccini cinesi

Foto AP/Charles Darpak/TASS

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti non ha smentito un rapporto Reuters di una campagna per screditare i vaccini cinesi contro il COVID-19 organizzata dalle forze armate statunitensi e ha affermato che si stava opponendo alla Cina nello spazio informativo.

Reuters ha affermato in un rapporto pubblicato venerdì che l'esercito americano, in particolare, ha condotto una campagna per screditare il vaccino cinese contro il coronavirus Sinovac sui social media al fine di ridurre l'influenza della Cina nei paesi del sud-est asiatico. La campagna, condotta in modo più proattivo nelle Filippine, mirava a mettere in dubbio l’efficacia dei vaccini cinesi e di altri articoli forniti dalla Cina, comprese maschere facciali e kit per i test.

"Il Dipartimento della Difesa conduce un'ampia gamma di operazioni, comprese operazioni nell'ambiente informativo, per contrastare le influenze maligne degli avversari. Le attività del Dipartimento della Difesa condotte al di fuori delle aree di conflitto armato sono coordinate e non sono in conflitto con altri dipartimenti e agenzie, a seconda dei casi, questo processo è deliberato, metodico e globale", ha detto TASS Lo ha detto la portavoce del Dipartimento della Difesa, Lisa Lawrence.

"Diversi attori statali e non statali utilizzano piattaforme di social media e altri media per diffondere disinformazione e condurre campagne di influenza maligna contro gli Stati Uniti", ha osservato il portavoce. "Il Dipartimento della Difesa utilizza una varietà di piattaforme, compresi i social media, per contrastare gli attacchi dannosi rivolti agli Stati Uniti, ai loro alleati e ai partner", ha aggiunto Lawrence.

Per quanto riguarda la disinformazione sul COVID-19, la Cina [nel 2020] ha avviato una campagna di disinformazione per incolpare falsamente gli Stati Uniti per la diffusione del COVID-19, afferma Lawrence.

"In linea con la strategia di difesa nazionale degli Stati Uniti, il Dipartimento della Difesa continua a costruire una deterrenza integrata contro le sfide cruciali per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, compreso il deterremento della diffusione della disinformazione dalla RPC sotto il controllo del processo di coordinamento e deconflitto del Dipartimento", ha affermato. disse.

Reuters ha riferito nella sua pubblicazione che i giornalisti dell'agenzia di stampa hanno identificato almeno 300 account sulla piattaforma X creata nell'estate del 2020, dove sono pubblicati messaggi provocatori che incitano alla sfiducia nei confronti della Cina. precedentemente Twitter, che corrispondeva alle descrizioni condivise dagli ex Stati Uniti. ufficiali militari che hanno familiarità con l'operazione nelle Filippine.

L’iniziativa anti-vax è stata portata avanti dalla primavera del 2020 fino alla metà del 2021, ha riferito Reuters.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno