Osmani del Consiglio OSCE: "Abbiamo il dovere di unirci e sostenere la lotta di tutti coloro che difendono la libertà, la democrazia e la giustizia

foto: MIA, Ministro degli Affari Esteri, Bujar Osmani alla riunione del Consiglio Permanente dell'OSCE

Il Ministro degli Affari Esteri, Bujar Osmani, ha partecipato in diretta da New York tramite video-teleconferenza alla riunione del Consiglio permanente dell'OSCE a Vienna in formato rafforzato con la partecipazione di ministri e altri rappresentanti di alto rango dei paesi partecipanti per l'occasione del biennio dell’attuale aggressione della Federazione Russa contro l’Ucraina.

"Quando la Macedonia del Nord ha assunto la guida dell'OSCE nel gennaio dello scorso anno, speravamo tutti che entro la fine del 2023 la guerra di aggressione della Russia contro l'Ucraina finisse. Queste speranze sono state deluse dalla triste realtà di una guerra attiva di ritmo e portata terrificanti", ha detto Osmani.

Il Ministro Osmani, convinto che questa guerra debba finire, ha anche aggiunto che la guerra mina l’ordine internazionale basato su regole, danneggia la nostra fiducia, il dialogo e la capacità di attuazione.

foto: MIA, Ministro degli Affari Esteri, Bujar Osmani alla riunione del Consiglio Permanente dell'OSCE

Inoltre, il Ministro Osmani ha sottolineato che la Macedonia del Nord, ora, come partner della troika di Malta e Finlandia, continua a chiedere il rispetto dei valori e degli impegni dell’OSCE, nonché la tutela dei diritti umani e delle libertà fondamentali. , gravemente violato dall’aggressione russa.

Osmani ha invitato l’OSCE a continuare a denunciare la Russia e a condannare la sua aggressione illegale e ingiustificata, a chiederne la cessazione immediata e a chiedere conto ai responsabili.

"Abbiamo il dovere di unirci e sostenere efficacemente la lotta di tutti coloro che difendono la libertà, la democrazia e la giustizia.

Dobbiamo rafforzare la nostra resilienza e rispondere con fermezza alle massicce violazioni dei principi e dei valori dell'OSCE", ha affermato Osmani, aggiungendo che la Macedonia del Nord è solidale con il popolo ucraino, il coraggio e la determinazione del popolo ucraino nel difendere il loro paese e la loro libertà è il caso e la causa più potente di oggi, un simbolo di spirito indomito e resistenza.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno