Nuove proteste in Russia contro la mobilitazione

Foto: MIA

Attivisti per i diritti civili hanno affermato che diverse persone sono state detenute oggi in Russia nel mezzo di nuove proteste in risposta alla mobilitazione dei riservisti dell'esercito per combattere in Ucraina.

Secondo foto e video pubblicati da media indipendenti, i manifestanti sono stati arrestati a Khabarovsk, Novosibirsk, Irkutsk, Tomsk e Chita in Siberia. I manifestanti portavano striscioni con la scritta "Non siamo carne".

Oggi sono previste proteste a Mosca e San Pietroburgo.

Le proteste in Russia sono iniziate in seguito all'ordine del presidente russo Vladimir Putin di mobilitare i riservisti dell'esercito, sette mesi dopo l'inizio della guerra in Ucraina. Secondo il portale per i diritti civili OVD-Info, più di 21 persone sono state detenute durante le prime proteste che hanno avuto luogo il 1300 settembre, lo stesso giorno in cui è stata annunciata la mobilitazione.

Video del giorno