"New York Times" con dettagli scioccanti: quest'uomo ha abusato di Bruce Willis nonostante la malattia dell'attore

Foto: Instagram

L'attore di Hollywood Bruce Willis è stato molestato dal produttore Randall Emmett, che lo ha sfruttato sul set, sapendo di cosa soffriva il famoso attore.

Bruce Willis
Bruce Willis / Foto: EPA-EFE / WILL OLIVER

Willis è stato costretto ad agire anche se non ricordava le battute o non recitava affatto a causa della sua malattia, scrive Il New York Times.

Emmett nel testo di I tempi di Los Angeles è anche accusato di violenza sulle donne, consumo di stupefacenti e offerta di ruoli ad attrici in cambio di relazioni intime. E come hanno detto le fonti, era felice che Willis continuasse a recitare nei film che produce per una chiara ragione: fare milioni.

Uno degli incidenti causati dalla sua incoscienza è andato così: nel settembre 2020, ha costretto un attore ad sfondare una porta sul set – e Willis non è stato in grado di farlo nemmeno con l'aiuto degli stuntmen, hanno detto i membri della troupe. Il produttore ha lasciato il set frustrato e un Willis confuso ha chiesto: "Ho fatto qualcosa di sbagliato?"

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bruce Willis (@brucewillisbw)


"Tutti hanno visto Willis in difficoltà", ha detto Alicia Haverland, il direttore del film.

E, la sera in cui è avvenuto l'incidente, Emmett avrebbe chiamato in lacrime la sua allora fidanzata Kenta. “Non posso più farlo”, le disse, aggiungendo: “È così triste. Bruce non riesce a ricordare una sola riga. "Non sa dove si trova."

Tuttavia, non ha smesso di lavorare con la star di Die Hard. Dopo quella telefonata, ha realizzato altri cinque film d'azione con Willis.

"E quando ha avuto bisogno di una 'infusione' di denaro per saldare i suoi debiti, ha negoziato le riprese di 'un altro film con Bruce Willis'", dice l'ex assistente Anna Szymanska.

Foto: Profimedia

Emmett ha negato numerose accuse nella storia del LA Times. Ha detto che non ci sono state conversazioni in lacrime con Kenta e che non era a conoscenza del peggioramento della salute di Bruce Willis. In una dichiarazione al "New York Post", la sua portavoce Sally Hofmeister ha dichiarato: “Randall è molto orgoglioso del lavoro che lui e Bruce Willis hanno svolto negli ultimi 15 anni. In ogni film a cui hanno lavorato insieme, a Bruce è piaciuto stare sul set, giocare a golf, uscire a cena e chiacchierare con la troupe. Se Bruce non volesse essere sul set, non ci sarebbe. Willis è uno dei più grandi attori del suo tempo ed era richiesto in più case di produzione fino al suo recente ritiro. "Randall lo annovera tra i suoi amici più cari."

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Randall Emmett (@randallemmettfilms)

L'avvocato di Bruce Willis ha rivelato perché l'attore ha continuato a lavorare dopo la diagnosi di afasia

Bruce Willis è gravemente malato: è triste vedere la leggenda andare in pezzi davanti ai tuoi occhi

Bruce Willis è gravemente malato: è triste vedere la leggenda andare in pezzi davanti ai tuoi occhi

 

Video del giorno