Il New York Times ha pubblicato il presunto progetto di accordo di pace tra Ucraina e Russia dal 2022

Foto: forbes.com

In un progetto di accordo di pace del 2022 che non è mai stato firmato, l’Ucraina e la Russia hanno concordato di escludere la Crimea dal trattato, lasciandola sotto la giurisdizione russa, e di non riconoscere la sovranità russa sulla penisola, ha riferito oggi il New York Times”.

Russia e Ucraina hanno tenuto colloqui di pace falliti in Bielorussia e Turchia nei primi mesi della guerra del 2022, e da allora non hanno più avuto luogo colloqui diretti tra le due parti in guerra.

Il quotidiano statunitense ha pubblicato oggi la prima presunta bozza dell’accordo di pace del 2022 mentre la Svizzera ospita un vertice di pace globale sull’Ucraina, a cui partecipano circa 100 paesi, esclusa la Russia.

- I partecipanti sperano di creare un piano di pace comune da poter presentare al rappresentante russo nel prossimo incontro - scrive il New York Times.

Il Wall Street Journal ha pubblicato i termini della tregua del 2022 a marzo, ma il New York Times ha pubblicato la bozza completa di 17 pagine.

Secondo tale bozza, lo status dei territori dell'Ucraina occupati dalla Russia sarebbe stato deciso nei successivi colloqui tra il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il presidente russo Vladimir Putin.

L’Ucraina ha accettato di rinunciare alle aspirazioni di aderire alla NATO o a qualsiasi altra alleanza militare, ma l’accordo ha permesso a Kiev di entrare nell’UE.

La Russia ha anche chiesto la revoca di tutte le sanzioni occidentali, l’abrogazione di tutte le leggi ucraine relative alla lingua russa e all’identità nazionale e la limitazione delle forze armate ucraine.

Il New York Times afferma che l’ostacolo più grande riguardava le garanzie di sicurezza in base alle quali potenze come la Gran Bretagna, gli Stati Uniti, la Cina e la Francia avrebbero difeso l’Ucraina in caso di attacco.

Secondo quanto riferito, i funzionari russi hanno rivendicato il potere di veto su tali garanzie, il che significa che la Russia potrebbe bloccare l’intervento internazionale se Mosca stessa decidesse di lanciare un’altra operazione militare in Ucraina.

-A causa di questa richiesta, la squadra ucraina "non aveva alcun interesse a continuare i negoziati", ha detto un funzionario ucraino al giornale americano.

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 100 DENARI

Video del giorno