Nemmeno una grossa mancia può trattenere i camerieri in Serbia

Secondo le ultime statistiche del Servizio nazionale per l'impiego della Serbia-NSV, le professioni del settore alberghiero, come quelle dei camerieri o dei cuochi, sono ancora tra le più ricercate e con il maggior numero di annunci di lavoro da parte dei datori di lavoro locali. Negli ultimi anni i lavori nel settore dell'ospitalità sono stati tra i più ricercati negli annunci di "Infostuda" - riferisce Politika rs. I funzionari sottolineano che il settore alberghiero e quello della ristorazione sono sempre più visti come lavori con reddito stagionale, ma non sono da meno i lavori nell'edilizia e nell'agricoltura.

In media i camerieri si aspettano circa 1.400 euro al mese, ma la loro media è di circa 60.000 dinari. Gli chef vorrebbero un minimo di 1.480 euro per il loro lavoro, ma sono pagati meglio dei camerieri. In media, le cameriere si aspettano un minimo di 1.145 euro al mese, le receptionist ritengono che dovrebbero ricevere un minimo di 1.259 euro per il loro lavoro e i venditori si aspettano uno stipendio medio di 1.105 euro.

L'Associazione degli albergatori e dei ristoranti della Serbia stima che attualmente nel settore dell'ospitalità mancano circa ventimila lavoratori. Dragan Cvetkovic, presidente del Sindacato indipendente dell'ospitalità e del turismo della Serbia, sottolinea che i lavoratori che hanno un diploma e hanno completato la scuola per camerieri e cuochi possono trovare lavoro molto velocemente, ma i loro padroni offrono loro salari miserabili, che giustamente rifiutare.

- Ecco perché i nostri lavoratori vanno oltre, fuori dal paese, e poi i datori di lavoro si lamentano di non riuscire a trovare manodopera di qualità. Tuttavia, non penso che dicano la verità, perché la verità è che i datori di lavoro non li pagano abbastanza, li sottoscrivono al salario minimo. Chi vuole lavorare duro per il salario minimo - si chiede Cvetkovic, aggiungendo che in Serbia ci sono diverse scuole alberghiere di alto livello che formano personale di ristorazione di alta qualità.

- Persone così istruite se ne vanno sempre di più, perché i datori di lavoro qui vedono solo i propri interessi, e vengono da noi da altri paesi, e non sappiamo nemmeno quanto siano formati per il lavoro, soprattutto quei camerieri e cuochi. Per il resto, i salari dei camerieri sono sempre stati bassi, perché i datori di lavoro li trattano come dipendenti che ricevono mance mentre lavorano. Tuttavia, dimenticano che tale compenso è la buona volontà degli ospiti. Ciò non significa che debbano avere stipendi miserabili - ritiene Cvetkovic.

Il belgradese Igor S. da più di un anno lavora come cameriere in un piccolo bar della capitale. Dice che all'inizio il suo stipendio era basso, al livello del reddito di base, ma ora guadagna di più, soprattutto grazie alle mance.

- Ho iniziato con cinquantamila e ora guadagno il doppio. Tuttavia, poiché il capo è a corto di dipendenti, sono multitasking e lavoro più di 40 ore a settimana. Faccio principalmente cameriere, ma a volte devo anche lavare i piatti, preparare il caffè, il tè... Visto così, sono pagato un po'. Comunque sono soddisfatto perché ero iscritto - dice.

A differenza di lui, che lavora nella sua città natale, i lavoratori di Jadran, per i quali c'è grande interesse per la stagione, arrivano soprattutto dalla periferia della Serbia. Uno di loro è Nemanja Marković di Sombor, che da due anni lavora nella cucina di un albergo a Šibenik.

– In precedenza lavoravamo stagionalmente in altri posti, ma ci hanno suggerito di lavorare qui, perché le condizioni sono buone, ed è per questo che sono rimasto qui così a lungo. Innanzitutto per lo stipendio, che è molto più alto che in Serbia. Il nostro stipendio è due o tre volte più alto - ha detto Nemanja.

Per risolvere al più presto il problema dei bassi salari e della mancanza di personale, il sindacato indipendente dell'ospitalità e del turismo della Serbia ha proposto di firmare un contratto collettivo di settore con il sindacato dei datori di lavoro, ma non ci è riuscito.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno