Non è solo il figlio di Xhaferi: Ivanovska del DKSK afferma che l'esame di abilitazione è stato sostenuto prematuramente

Talat Xhaferi al Parlamento / Foto: "Sloboden Pechat"/Dragan Mitreski

Il Presidente della Commissione statale per la prevenzione della corruzione (SCPC) Biljana Ivanovska dice che il prematuro superamento dell'esame di avvocato fu un fenomeno di massa all'epoca in cui il figlio di Talat Xhaferi, Barlett Jaffery, ha superato l'esame di avvocato prima di laurearsi.

Ivanovska ha detto nello spettacolo "Top Topic" su "Thelma" che il pubblico interpreta erroneamente che Anticorruption non sta aprendo un caso sul caso di Barlet Xhaferi. Dice "non è che non vogliamo, ma possiamo esplorare il più lontano possibile".

- Abbiamo avviato un caso, ma sfortunatamente penso che all'epoca fosse un fenomeno di massa. Ha attirato l'attenzione sul fatto che è il figlio di un noto funzionario, ma subito dopo quel caso ho parlato di un altro caso simile, ma non è arrivato al pubblico perché non è molto conosciuto, ha detto Ivanovska.

Ciò che ha attirato la loro attenzione, dice, è che hanno notato che nel febbraio 2015 Xhaferi ha superato l'esame di avvocato e nel luglio dello stesso anno ha acquisito 300 crediti, cioè ha completato il master.

Il presidente della SCCC ha dichiarato di non poter scoprire chi ha permesso a Barlet Xhaferi di candidarsi per la posizione di avvocato o giudice, anche prima che diventasse avvocato.

- E questo è il nostro problema, ecco perché per noi la procedura si ferma qui, ha detto Ivanovska, aggiungendo che hanno richiesto dati a tutte le istituzioni e che l'obiettivo per loro sono i funzionari.

Da allora, come ha detto, sono passati sette anni e l'opera è obsoleta. Tuttavia, ha aggiunto Ivanovska, per lanciare qualsiasi iniziativa hanno bisogno di un documento, perché non possono farlo sulla base di ipotesi.

– Abbiamo portato alla luce il caso. A quel tempo questo era un fenomeno. Ho ricevuto informazioni che molte persone hanno fatto domanda per sostenere l'esame di abilitazione prematuramente, come se ci fosse una zona grigia in quel periodo, ha sottolineato Ivanovska.

Pertanto, come ha concluso, la loro raccomandazione emersa dall'ultima sessione, è che il Ministero della Giustizia apra un posto nel sito web con i documenti di tutti coloro che si sono iscritti come candidati all'esame di avvocato e non li cancelli, e ha chiesto agli ispettori di verificare se le disposizioni di legge vengono applicate o se vengono commessi nuovamente abusi.

- Dovremmo avere un sistema resistente al nepotismo e alla corruzione che li respinga da solo. Forse quei bambini valgono la pena, ma forse non lo sono, e prendono il posto di quelli che ne valgono la pena, ha detto Ivanovska.

Video del giorno