La gente punta più a risparmiare che a prendere prestiti

Foto: MIA

La crescita dei depositi delle famiglie a gennaio rispetto allo scorso gennaio è stata del 7,8%, mentre la crescita dei prestiti è stata del 6,9%.

A gennaio i depositi totali delle famiglie erano superiori del 7,8% rispetto a un anno fa, mentre i prestiti sono aumentati di una percentuale minore, pari al 6,9%, secondo i dati della Banca nazionale.

Così, a gennaio, i cittadini avevano sui loro conti 5,64 miliardi di euro, mentre i prestiti che hanno nelle banche e nelle casse di risparmio pesano 3,73 miliardi di euro.

La struttura dei prestiti è normale, con la maggiore partecipazione dei prestiti al consumo, ma ciò che è notevole e raro, abbiamo un calo mensile di questi prestiti dell'1,1%. Tuttavia, se si confrontano questi prestiti con quelli del gennaio 2023, sono di un importo maggiore del 5,9% e nel gennaio di quest’anno ammontavano a 1,94 miliardi di euro.

I mutui per la casa ammontavano a 1,36 miliardi di euro e su base annua erano del 10,5% e su base mensile dello 0,3%.

I prestiti automobilistici hanno avuto la crescita maggiore. Per le auto nuove, l’importo dovuto dalla popolazione tramite le banche ammonta a quasi 6,4 milioni di euro ed è superiore del 12,6% rispetto a un anno fa e dello 0,3% rispetto a dicembre 2023.

A livello mensile, tuttavia, il salto maggiore riguarda i saldi negativi dei conti correnti. A gennaio rispetto a dicembre sono aumentati dell'11,6%, ma bisogna tenere conto che nei mesi precedenti si erano registrate riduzioni significative per questo tipo di prestiti. Tuttavia, anche queste riduzioni non hanno portato ad un calo annuo, anzi, al contrario, i saldi negativi sono aumentati del 3,3% in un anno. Il popolo deve 108,5 milioni di euro per il saldo negativo dei conti correnti, che sono stati pagati in gran parte in rosso.

Le famiglie ricorrono sempre meno alle carte di credito. I prestiti in questo modo sono diminuiti del 5,1% in un anno e dell'1,3% in un mese. Sulle carte di credito la popolazione deve 157,3 milioni di euro.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno