L'album più venduto di tutti i tempi: 40 anni dal capolavoro di Michael Jackson Thriller

Foto: screenshot / YouTube

Il Re del Pop Michael Jackson ha pubblicato l'album Thriller domani, 30 novembre, esattamente quattro decenni fa. Vale a dire, non è solo il suo album più famoso, ma è anche l'album musicale più venduto di tutti i tempi, con una stima compresa tra 65 e 110 milioni di copie vendute.

Thriller è stato un enorme successo, raggiungendo la vetta della Billboard 200 per 37 settimane e tra i primi 10 per 80 settimane consecutive. Sette canzoni dell'album sono state pubblicate come singoli e tutte sono entrate nella top ten della classifica Billboard Hot 100.

L'album ha anche vinto un record di otto Grammy Awards nel 1984, incluso Album of the Year, e "Beat It" è stato nominato Song of the Year.

Nonostante le numerose polemiche nel corso degli anni, Jackson è ancora popolare oggi e la sua musica viene "trasmessa in streaming" più di 35 milioni di volte al mese su piattaforme musicali come Spotify.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Michael Jackson (@michaeljackson)

Questo progetto musicale ha collocato Jackson tra le pop star dominanti della fine del XX secolo e gli ha permesso di abbattere le barriere razziali. Questo è uno dei primi album musicali a utilizzare i video musicali come strumenti promozionali di successo, ei video delle canzoni "Thriller", "Billie Jean" e "Beat It" sono ancora trasmessi dalla televisione musicale fino ad oggi.

Tuttavia, nonostante il successo in cima alle classifiche dell'album, Jackson inizialmente non è riuscito a sfondare nella musica di MTV. I redattori televisivi si sono rifiutati di mandare in onda il video della canzone "Billie Jean", sostenendo che la musica nera "non rientrava" nel palinsesto di MTV, che era dominato dalla musica rock e dalla musica dei bianchi. .

Indignato dalla situazione, il capo dell'editoria della CBS, Walter Yetnikoff, ha minacciato di denunciare pubblicamente MTV come stazione televisiva razzista e di vietare a tutti i suoi artisti, compresi i rocker, di apparire lì.

Yetnikoff vinse la battaglia con "MTV", ma poi entrò in conflitto con lo stesso Jackson perché il musicista gli chiese un milione di dollari per la registrazione del video di "Thriller". Jackson voleva collaborare con il famoso regista John Landis, e Yetnikoff pensava che l'intera idea non avesse senso perché l'album era già in cima alle classifiche da molto tempo.

Tuttavia, Jackson ha realizzato la sua idea e ha registrato un video di alta qualità della durata di 14 minuti, che è stato presentato in anteprima in un cinema davanti a dozzine di celebrità di Hollywood. Il resto è storia.

 

Video del giorno