L'aria a Skopje ha bisogno di essere purificata urgentemente

nebbia a Skopje

Ogni inverno Skopje si trova ad affrontare lo stesso problema, il grande inquinamento atmosferico, che incide gravemente sulla salute dei cittadini, ma finora non è stata trovata alcuna soluzione che riduca le particelle pericolose presenti nell'aria, nella stagione delle nebbie e del riscaldamento, a i limiti normali. E mentre gli abitanti di Skopje si aspettano che il vento sia l’unica via di fuga dall’inquinamento, la città è regolarmente in cima alla lista delle città più inquinate del mondo, insieme a città dell’India, del Pakistan, del Bangladesh e della Cina.

Le più attive nella lotta per una vita più sana in città sono le iniziative civiche e le associazioni. I consiglieri della "Green Human City" già a gennaio hanno presentato un'iniziativa e una proposta per le misure per proteggere la qualità dell'aria a Skopje, ma queste sono state accettate solo di recente, nell'ultima sessione del Consiglio della città di Skopje.

Ora queste proposte devono essere attuate dal sindaco Danela Arsovska, che ha anche la possibilità di respingerle o annullarle.

Sei misure sono proposte da "Green Humane City" per l'attuazione immediata. Il Consiglio della città di Skopje dovrebbe raccomandare al governo di incaricare l'HMRC di iniziare a prevedere le inversioni di temperatura nel bacino di Skopje. Pubblicano pubblicamente il registro delle persone giuridiche, nonché la loro ubicazione a Skopje, che secondo la legge dovrebbero avere una licenza B-integrata per lavorare, e durante la sorveglianza è stato stabilito che non ne hanno. Divieto di corsie di circolazione sui viali più larghi del minimo previsto dal Regolamento Urbanistico – 3 metri, adeguato al limite di velocità nelle aree popolate di 50 km orari. Divieto di utensili di plastica e imballaggi di plastica monouso, nonché di prodotti confezionati in imballaggi di plastica negli acquisti pubblici della città di Skopje. Assumere almeno 5 nuovi ispettori ambientali e consentire l'utilizzo di tre veicoli dell'Ispettorato per agire rapidamente in base alle segnalazioni dei cittadini.

Il settore dell'Ispettorato non dispone di personale sufficiente per effettuare le necessarie ispezioni sul campo su richiesta dei cittadini e di propria iniziativa. Gli attuali 8 ispettori, di cui almeno due sono manager e lavorano dall'ufficio, lavorano a malapena su 2 turni, quando è necessario uno staff completo per coprire efficacemente tutti e 3 i turni. Inoltre, l'Ispettorato non dispone di un parco automezzi, e ciò riduce fortemente la possibilità che esso giunga immediatamente sul luogo della denuncia e catturi gli autori del reato. Con l'implementazione della piattaforma Breath.mk, che la Città di Skopje ha accettato nell'ottobre 2023, il numero di domande in questo settore aumenterà ed è necessario che la Città sia in grado di agire su di esse immediatamente, in modo rapido ed efficiente - spiegato da “Green Humane City””.

Come sesta misura urgente, propongono la sostituzione del metodo di riscaldamento di tutti gli edifici che sono di proprietà o sotto la giurisdizione della città di Skopje e che utilizzano petrolio, legno o altri combustibili inquinanti per il riscaldamento e il passaggio immediato del sistema di riscaldamento all'elettricità in combinazione con l'installazione del fotovoltaico sui tetti o l'allacciamento al teleriscaldamento.

Tra le misure a medio termine da attuare fino alla fine del mandato dell'attuale amministrazione comunale e del Consiglio nel 2025, l'iniziativa dei cittadini propone di creare una fitta rete locale di stazioni di misurazione, soprattutto attorno a strutture e impianti industriali con permessi integrati A e B. ZHG ritiene che tutti i comuni di Skopje dovrebbero avere un impianto di biocompost, uno per ogni comune, che non solo eliminerà l'enorme quantità di rifiuti, ma fornirà anche energia e fertilizzante organico. Si propone inoltre di installare sistemi fotovoltaici su tutti gli edifici sotto l'autorità della città di Skopje, ma anche di fornire sussidi per il fotovoltaico per le singole famiglie. Misure sul traffico secondo una piramide del traffico invertita in cui viene data priorità agli utenti della strada più vulnerabili, quindi sussidi per facciate di edifici ad alta efficienza energetica, un sistema per il noleggio autonomo di biciclette, nonché trasporti pubblici altamente sviluppati, che dovrebbero funzionare, cioè muoversi separato dal resto del traffico.

L'Iniziativa ritiene che una misura a medio termine dovrebbe essere la costruzione di una rete ciclabile complessiva ogni 250 metri, con una gerarchia simile a quella della rete automobilistica: una rete ciclabile primaria con percorsi/corsie di larghezza minima maggiore (2,5 metri invece di 1,5 metri), una rete secondaria con percorsi più stretti, strade con spazio condiviso e con priorità al traffico ciclabile.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno