Al dibattito presidenziale – diversi punti di vista sul quadro negoziale

I candidati alla presidenza hanno opinioni quasi completamente diverse riguardo all'apertura della Costituzione e al quadro negoziale per l'ingresso nell'UE.

È in corso il dibattito preelettorale presidenziale del Servizio nazionale MRT. I candidati alla presidenza hanno opinioni quasi completamente diverse riguardo all'apertura della Costituzione e al quadro negoziale per l'ingresso nell'UE.

A proposito del candidato presidenziale dell'SDSM Stevo Pendarovski "restano 3.500 bulgari, una piccola minoranza, che dovrebbe essere inserita nella Costituzione". Per l'importante questione dell'ingresso nell'UE, Pendarovski vede una giustificazione nell'apertura della Costituzione.

Per la candidata presidenziale del VMRO-DPMNE Gordana Siljanovska-Davkova, il quadro negoziale non è qualcosa che dovrebbe essere preso o lasciato.

– Non percepisco la proposta come prendere o lasciare. Sono guidato dall’interesse nazionale e statale. Qualcuno avrebbe dovuto parlarne, non era consentito andare a Bruxelles senza raggiungere un consenso. Sto cercando di respingere il quadro negoziale - dice Siljanovska-Davkova.

Per Arben Taravari della coalizione di opposizione albanese Vredi "Dobbiamo chiedere all'Ue qualche garanzia che la condizione bulgara sia l'ultima". Ma ha ricordato che dai centri europei sono arrivati ​​diversi messaggi secondo cui il quadro negoziale non può essere modificato.

Biljana Vankovska Cvetkovska di Levica ha detto che "L’accordo bulgaro è facile da rompere, quello di Prespa è un po’ più difficile, ma bisogna liberarsi dello stegitè ".

Secondo Maxim Dimitrievski, leader della ZNAM, "non è impossibile cambiare il quadro negoziale".
Il candidato del GROM Stevco Jakimovski ha detto che anche noi siamo importanti per l'UE e che dovremmo tenerne conto.

- Per quanto l’UE sia importante per noi, hanno bisogno che controlliamo la sicurezza in questa parte dei Balcani. E' estremamente irresponsabile comportarsi servilmente verso tutte le loro richieste - ha dichiarato Jakimovski.

Il candidato del DUI Bujar Osmani ha dichiarato: "Se si vedesse un posto per le future elezioni per le generazioni future, ora faremmo parte dell’UE".

Nel dibattito sono state discusse tutte le questioni importanti: la politica interna, esterna ed economica dello Stato.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno