Mosca ha bloccato la risoluzione Usa al Consiglio di Sicurezza dell'Onu contro l'annessione russa

Zelenski si rivolge al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite / 5 aprile 2022. foto: TIMOTHY A. CLARY / AFP / Profimedia

La Russia ha utilizzato ieri sera il veto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per impedire l'adozione della risoluzione americana che condanna l'annessione russa di quattro regioni ucraine e il referendum sulla base del quale è stata effettuata l'annessione.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU conta 15 membri, cinque dei quali sono permanenti e hanno diritto di veto. Come riportato dalla CNN, Cina, Brasile e India si sono astenute, mentre la Russia, membro permanente, ha posto il veto.

L'ambasciatore degli Stati Uniti all'ONU Linda Thomas Greenfield ha affermato all'inizio della sessione che la risoluzione degli Stati Uniti è "esattamente ciò per cui è stato creato il Consiglio di sicurezza: proteggere la sovranità, difendere l'integrità territoriale e promuovere la pace e la sicurezza".

Come riporta la BBC, la risoluzione condanna la Russia per "aver organizzato i cosiddetti illegali referendum (sui territori) entro i confini internazionalmente riconosciuti dell'Ucraina", e i referendum sono stati dichiarati "non validi".

La risoluzione invitava inoltre la Russia a "ritirare immediatamente, completamente e incondizionatamente tutte le sue forze militari dal territorio dell'Ucraina entro i suoi confini internazionalmente riconosciuti".

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato ieri i decreti in base ai quali le regioni di Zaporozhye, Kherson, Donetsk e Luhansk sono state annesse alla Federazione Russa, mossa giudicata da gran parte della comunità internazionale contraria al diritto internazionale e un'escalation del conflitto.

Video del giorno