Memeti non sa perché la procura chiede a Georgiev di non lasciare il Paese con una denuncia sulla detenzione

L'ex difensore civico, attuale vicepresidente e membro del Consiglio dei pubblici ministeri, non sa perché la procura abbia chiesto che fossero adottate misure per metterlo in sicurezza.

Domani a Krivichen chiederà una risposta sul motivo per cui non gli è permesso lasciare il Paese.

Ijet Memeti sostiene di essere stato incastrato nel caso di corruzione, per il quale è stato arrestato il giudice supremo Naqe Georgiev.

Secondo i sospetti, i due sarebbero coinvolti in un caso di corruzione per influenzare un procedimento giudiziario contro l'ex sindaco di Novo Selo, Boro "Malboro", questa volta accusato di traffico di sigarette e droga.

Per il regolare svolgimento delle indagini, la Procura chiede misure cautelari per Memeti.

Suggerisce di confiscare il documento di viaggio e di presentarsi occasionalmente a un'autorità statale competente.

Intanto il giudice supremo Georgiev, da ieri nel carcere di Shutka, chiede l'abolizione della detenzione. Secondo il suo avvocato, la misura di detenzione è infondata e non può recidivare il reato perché il Consiglio della Giustizia gli ha tolto le credenziali in seduta straordinaria.

La presidente della Corte Suprema, Besa Ademi, ha informato oggi i suoi colleghi dell'indagine e della rimozione di Georgiev dall'incarico giudiziario e ha ricordato loro gli impegni fondamentali della Corte per una magistratura indipendente, libera da ogni influenza.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno